Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

venerdì 22 agosto 2014

~ Il prezzemolo.


foto:fattoria-bio-didattica.it
Ecco una delle piante più presenti sulla tavola mediterranea .

Nome scientifico “Petroselinum sativo”, il prezzemolo è fra le piante più usate in cucina insieme a basilico e salvia. Appartenente alla famiglia delle “Ombrellifere” da sempre è coltivato in Europa centrale e meridionale, in Inghilterra, Africa, Cina e India. La pianta è usata anche a scopi terapeutici o come erba aromatica.

Tra le varietà più diffuse citiamo il prezzemolo comune(con foglie piccole e lobi dentellati). Il prezzemolo riccio coltivato soprattutto in Inghilterra e America. E poi le varietà nostrane come il prezzemolo riccio nano o quello gigante di Napoli o di Eboli, non da ultimo il prezzemolo a foglia di felce e il prezzemolo a grossa radice diffuso soprattutto in Europa centrale e in particolare ad Amburgo. Webjames produttore e rivenditore di spezie dal 1793 offre un ampia selezione di varietà euro-mediterranee.

foto:femaleworld.com

Le componenti nutritive principali del prezzemolo sono la vitamina C, il beta-carotene, il ferro e l’acido folico. Dai semi si ottiene l’olio che viene anche usato per aromatizzare i vini.
Come erba curativa è conosciuta la sua efficacia come stimolatore dell’appetito, per aiutare la digestione e tonificare la muscolatura. Oltre ad aumentare la diuresi e avere effetti calmanti. Ha inoltre capacità di assorbire le sostanze cancerogene presenti nel fumo delle sigarette o del carbone vegetale delle grigliate.

foto:giardinaggio.net




Il prezzemolo si conserva in ambiente fresco, areato, poco illuminato e privo di umidità. E’ molto facile da coltivare e come illustra la guida wiki-how è possibile farlo anche nel proprio giardino.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento