Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

sabato 20 settembre 2014

~ Figc. Calcio. Le riforme che verranno

foto: lazionews.eu

E’ ormai passata una settimana dal Consiglio federale che ha dibattuto sul tema delle riforme dei campionati.


Ma a differenza della partenza scoppiettante della nazionale maggiore di Conte e dell’ Under 21 di Di Biagio su questi argomenti regna grande prudenza. Alla Direzione Generale della Figc intanto si registra l’avvicendamento di Michele Uva ex-Coni e molto accreditato in Uefa con il Direttore uscente Antonello Valentini. Una nota positiva da segnalare è stata la presenza di Claudio Lotito nelle vesti di consigliere piuttosto che in non meglio precisate funzioni a bordo campo.

Gli argomenti su cui si sta lavorando sono tra gli altri quello della riduzione delle società sportive professionistiche. Argomento su cui si guarda all’esempio tedesco che prevede 54 società contro le nostre 102. Portare a 18 le squadre che partecipano al campionato di Serie A e a 20 quelle di Serie B è possibile. Ma sulla Lega Pro a 40 di cui si parla ci sono molti dubbi.
Riguardo ai meccanismi di promozione tra A e B bisogna dire che non ci sono grandi intese. La soluzione forse più condivisa è quella che prevede due promozioni e due retrocessioni senza spareggi.
Altro tema caldo è la riduzione delle rose, cavallo di battaglia di Tavecchio e di Albertini. Su cui forse si farà qualcosa già dal prossimo anno. Anche se non tutti sanno come si arriverà al tetto dei 25 giocatori proposti di cui 8 giovani.

Per quanto invece attiene ai tempi di attuazione del progetto. Prima della crisi federale di quest’anno e dell’estate bollente si parlava della stagione 2016 – 2017, ma vista la particolare situazione che si è venuta a creare, probabilmente si dovrà rimandare tutto alla stagione successiva. (www.gazzetta.it).


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento