Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

mercoledì 1 ottobre 2014

~ Sport. Calcio. Continua la saga Lotito – Tavecchio


foto: lnx.lazialita.it

Stavolta a farne le spese è il DG della Juventus Marotta.   

“Ti ho già detto di stare zitto, qui parlano i presidenti” ha sentenziato Lotito venerdì scorso in Assemblea di Lega rivolgendosi a Marotta. Il Presidente Lotito si era guadagnato il palco e impossessatosi del microfono aveva iniziato il “comizio”. Mentre il DG della Juve lo aveva attaccato perché non molto d’accordo sulle argomentazioni proposte rigardo la bontà delle “multiproprietà” rispetto alle “squadre B”. A non accettare la situazione venutasi a creare Roma e Juve, che dopo aver fatto rumore si sono allontanate. La seduta a fine giornata è stata comunque costruttiva perché è passato ai voti il piano 2015-2018 per la vendita dei diritti TV internazionali, da cui si punta ad ottenere almeno 150 milioni di euro.

“Il problema di Marotta è che non sa dove guarda. Con un occhio gioca a biliardo e con l’altro segna i punti”. Così Lotito sullo strabismo di Marotta in una situazione conviviale mentre parla amabilmente con i giornalisti presenti in Assemblea.
In effetti in settimana i rapporti si erano già surriscaldati e non sono mancate frecciate a distanza. Il DG della Juve infatti si era lamentato della troppa concentrazione di potere nelle mani del Presidente della Lazio Lotito. Il quale a sua volta lo aveva liquidato dicendogli che risponde solo a parigrado.

Insomma l’ "Italian Cafonal" se da un lato riceve critiche dall’ambiente stesso e dalla stampa in generale, da un’altra invece ha grande riscontri. Soprattutto in rete, dove i video di Tavecchio stanno diventando “cult” imperdibili. E ad esempio quello alle prese con le banane di Opti Pobà o l'altro relativo alle “opinioni” sulla presenza di parità di genere nel calcio italiano, ottenengono numeri di “analytcs” veramente importanti. (gazzetta.it)

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento