Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

venerdì 21 novembre 2014

~ Sport. Mtb. Australia. La “Crocodile Trophy”


foto: crocodile-trophy.com
Giunta alla 26esima edizione la “Crocodile Trophy” è una pietra miliare del genere. A vincere quest’anno è stato l’australiano Greg Saw.

Vi troverete alle prese con insetti, ragni, sabbie mobili, coccodrilli, anaconde, guadi e deserto. Partenza da Cairns e arrivo a Port Douglas. Il tragitto si svolge negli splendidi scenari del Queensland, nell’ Australia nord-orientale. Le tappe sono 9 e si snodano su 8 giorni, 737 Km e 17mila metri di dislivello: non esiste gara più dura. Indispensabile la tenda e l’attrezzatura per accamparsi. Da non dimenticare le pastiglie per disinfettare l’acqua, le creme anti-zanzara e le trappole contro gli animali della foresta. Subito per incominciare l’allegra settimana di “ciclo-turismo” quest’anno la compagnia si è imbattuta nel Lago Tinaroo. Dove gli organizzatori hanno avvertito: “Non fate il bagno perché ci stanno i coccodrilli”.

A vincere l’edizione 2014 è stato Greg Saw, un ciclista australiano nativo del Queensland che vive in Norvegia. Il quale è riuscito ad avere la meglio su biker molto esperti come il canadese Greg Wallace, e lo spagnolo Milton Ramos.
 
Erano 5 in totale gli italiani al nastro di partenza. C’era anche il CT azzurro: “Cercavo un’esperienza estrema, ho chiesto consiglio a Caddel Evans, e mi ha mandato qui” spiega Davide Cassani. Che alla fine ha fatto una discreta prestazione. Il migliore degli italiani è stato l' “ex-pro” toscano Massimiliano Lelli. A dargli man forte Iader Fabbri e Matteo Marzotto. Marco Mosti 65esimo al traguardo ha chiuso il gruppo azzurro. (crocodile-trophy.com)

foto: www.crocodile-trophy.comfoto: www.crocodile-trophy.com


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento