Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

domenica 14 dicembre 2014

Sport. Mondiale di Surf. La rivoluzione sarà “verde-oro”?

foto:surfcorner.it
L’atleta brasiliano Medina è uno tra i più accreditati per il titolo iridato, il cui ultimo atto è proprio in corso di svolgimento alle Hawaii.

Sulla riva nord dell’isola di Oahu, l’atleta “brasileiro” cercherà di coronare con un alloro una stagione davvero intensa e che lo ha visto a più riprese protagonista - anche se nei primi due round non ha proprio brillato. Un circuito questo che solitamente è pertinenza di australiani e statunitensi. Quella che potrebbe fare Medina è quasi una rivoluzione. Infatti è la prima volta che un “latino-americano” è in odore di titolo iridato nel surf. Il ventenne brasiliano è un vero talento e avrebbe potuto chiudere i giochi già a metà ottobre in Portogallo.

Ma gli avversari non sono gli ultimi arrivati; fino alla fine se la dovrà vedere con l’australiano Mick Fanning, 33 anni e 3 titoli mondiali, e con l’intramontabile Kelly Slater, che a 42 anni è alla rincorsa del suo 12esimo titolo mondiale. Quest’ultimo, tra l’altro essendo fidanzato con Cameron Diaz è molto conosciuto nell’ambiente e molto esperto. 

Per contro però, in questo momento gli sport acquatici hanno grande fascino in Brasile. Soprattutto dopo il successo ai Mondiali di nuoto in vasca corta di Doha. E c’è molta attesa e seguito per questo Mondiale di surf in cui i “verde-oro” possono ancora recitare il ruolo da protagonisti.
Secondo alcuni esperti il Brasile ha un potenziale di crescita molto alto in questa disciplina. Come dice Matt Warshaw, un’autorità in materia: «Esistono delle aree che in certi momenti producono grandi generazioni di surfisti. E’ evidente che il Brasile sta per cogliere uno di questi momenti, i ragazzini vanno in acqua con le tavole consapevoli che è il loro tempo e nessuno potrà fermarli». (SurfCorner.it)



di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento