Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

venerdì 9 gennaio 2015

Calcio. “Er Principe ” Giannini boss libico? | Foto Sport Notizie

Giannini nel 2009 dopo la promozione ottenuta sul campo. fotosportnotizie.com

E’ la stagione 2008-2009 della Lega Pro quella, che gli inquirenti stanno mettendo sotto la lente d’ingrandimento per chiarire possibili "collusioni" con clan malavitosi.

In quel periodo nelle vesti di allenatore del Gallipoli "Er Principe" conquistò la promozione diretta in Serie B e poi la Supercoppa contro il Cesena di Bisoli. Con Salvatore Righi e Luigi Dimitri allora d.s. della società pugliese secondo l'accusa avrebbe corrotto alcuni giocatori. Si tratta in particolare di un paio di difensori del Real Marcianise al quale vennero corrisposti circa 50mila euro. La gara oggetto della “combine” sarebbe l’ultima di campionato vinta dai pugliesi per 3 a 2.
L’inchiesta rientrerebbe nel fascicolo relativo al clan Contini che comprende almeno altri 103 rinvii a giudizio. E la prima udienza è prevista per il 17 gennaio prossimo. Nelle scorse settimane la Federcalcio ha richiesto di costituirsi parte Civile, ma la domanda è stata rigettata.
 
foto: paolacasoli.comAttualmente Giuseppe Giannini, 50 anni ed ex-giocatore della A.s. Roma è dal 2013 CT del Libano.  Mentre continuano i lavori della giustizia sportiva italiana, c’è molta attenzione anche a livello internazionale perché eventuali sanzioni impedirebbero al Principe Giannini di continuare l'esperienza in Medio Oriente.

«Non sono stato ancora ascoltato» - dice - «Nemmeno dalla giustizia sportiva. Ma è sbagliato accostarmi a interessi di “organizzazioni malavitose”, come gli stessi giudici hanno già escluso, visto che la mia imputazione nulla ha a che vedere con l’attività del clan indagato. Mia figlia non è sposata con un Righi, ebbe solo un breve “flirt” col figlio. La frode sportiva? Chiarirò tutto, ho massimo rispetto per i giudici». ( Gazzetta.it )


di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento