Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

martedì 14 luglio 2015

Calcio. Media. La Serie A zoppica, la TV decolla | Foto Sport Notizie


Il nuovo triennio dei diritti tv è iniziato. Dagli anni ’60 ad oggi è un’escalation. La crescita dei valori legati ai diritti TV non si è mai fermata. Il futuro è la Serie A Tv.

La vendita dei diritti audio-tv è stimata in 1200 milioni di euro annui circa. Con una crescita del 20% rispetto al triennio precedente. Mediaset al momento sembra essere il “matador” del mercato dei diritti-Tv. Cercando di spazzare via la concorrenza di Sky le cui mire monopolistiche sono note. Mediaset al momento sta tentando di acquisire anche i diritti della Liga spagnola e della Ligue 1 francese. Mentre Berlusconi e Murdoch si incontrano a cena per negoziare chissà cosa, le rispettive aziende se le danno di santa ragione. Molte le novità quest’anno tra cui la Serie A Tv.

Di quel tempo pionieristico, gli anni ’60, in cui faceva irruzione il mezzo televisivo. E in cui i dirigenti erano assolutamente diffidenti nei confronti del tubo catodico. Temendo a ragione lo svuotamento degli stadi. Adesso che i stadi si sono quasi svuotati, però, almeno alle casse delle società, interessa poco. Perché i denari provenienti dalle produzioni televisive sono tanto voluminosi da ripagare molte volte uno stadio pieno.

Questo però si scontra con l’anima stessa dell’evento calcistico. Che non può esistere senza pubblico. Nel futuro è prevedibile una maggiore interazione all’interno dello stadio con la produzione mediatica, magari sfruttando le nuove tecnologie digitali che saranno sicuramente sempre più presenti negli stadi del futuro. Lunga vita agli stadi, la casa con giardino delle società sportive.(gazzetta dello sport)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

1 commenti:

Posta un commento