Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

giovedì 2 luglio 2015

Media. Pier Silvio Berlusconi: “Siamo i primi per ascolti e innovazione. Ibra il giocatore ideale” | Foto Sport Notizie


Pier Silvio Berlusconi coordinatore dei manager di Mediaset, ha finito proprio ieri di presentare i dati d’ascolto della stagione appena conclusasi e i palinsesti in programma per l’anno prossimo. Una 4 giorni intensa. Al cui margine c’è stato spazio anche per parlare di calcio.

Lo slogan della presentazione che il capo dei manager di Mediaset ha diretto è stato “Siamo il più grande sistema media in Italia, l’unico a raggiungere 57 milioni di italiani” e “Siamo i primi per ascolti e innovazione”. Quattro serate a partire da lunedì 29 giugno per comunicare un messaggio di grande impegno : “Investiamo malgrado la crisi non dia segnali positivi - con un appello al Governo Renzi - di riprendere l’azione di governo e di fare il possibile per la ripresa dell’economia del Paese. Anche il mondo produttivo deve fare la sua parte investendo - ha aggiunto Pier Silvio Berlusconi - Mediaset lo sta facendo con convinzione”.

A margine della presentazione poi c’è stato spazio per i temi di attualità. Sulla vicenda Telecom, il vice presidente e l’amministratore delegato di Mediaset, ha affermato: “Con Bollorè e Vivendi i rapporti sono ottimi. Stiamo discutendo di possibili progetti di sviluppo di contenuto, sia pay sia free, che non riguardano solo l’Italia. E’ difficile però che Mediaset entri in Telecom”.

E anche per parlare di calcio. Su Ibrahimovic si sbilancia:”Magari il Paris Saint Germain lasciasse libero Ibrahimovic. Sono convinto che i ritorni non facciano mai bene, ma Ibra per forza, personalità, carisma, freschezza e tonicità fisica sarebbe il giocatore ideale per questo Milan. Mi sembra un’operazione complicata, anche dal punto di vista economico, ma vediamo. Da tifoso dico: magari!”.
E parla dei colpi di mercato conclusi:”Bertolacci l’ho seguito anche la scorsa stagione, è bravo, giovane e italiano. Avevamo bisogno di un innesto in quel reparto ed è un ottimo acquisto. Pagato tanto? No, non è vero. Bacca? Sono sincero e dico che non lo conosco così bene per esprimere un giudizio, ma mi fido delle persone che mi assicurano che sia molto forte”.
Chiusura sulla Juve e sugli obiettivi del Milan l’anno prossimo: ”La Juve ha perso molto con le cessioni di Tevez e Pirlo e per dire che campionato potrà fare sarà necessario vedere con chi li sostituirà. L’obiettivo del Milan? Lottare per tornare in Europa League è il minimo”. (tuttosport.it)


di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento