Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

domenica 23 agosto 2015

Calcio. Serie A Tim. Lazio – Bologna 2 : 1 | Foto Sport Notizie


Succede tutto nel primo tempo. Reti di Biglia al 17’ e Kishna al 23’ per la Lazio. Mancosu al 43’ accorcia le distanze per i felsinei.

Una Lazio frizzante, ma sconsiderata e che soffre oltremisura però. Nota negativa l’infortunio muscolare a Biglia che ne avrà per un mese. “Per diventare una grande squadra dobbiamo lavorare” - dice Parolo a fine gara – “La partita poteva finire con un risultato più rotondo. Abbiamo creato tanto, ma dobbiamo essere più cinici. Abbiamo tanta gente giovane di qualità. Stiamo crescendo e presto si vedranno i risultati”. Una Lazio a tratti spettacolare, ma poco concreta dunque che però può e deve crescere. E mercoledì è attesa a Leverkusen per mettere nero-su-bianco il primo obiettivo di stagione.


foto: sslazio.it
Nel primo tempo i biancocelesti partono subito in quarta. Con il gradevole esordio di Kishna che dalla parte sua è incontenibile. E Candreva sull’altra corsia che sfonda senza tregua. La rete arriva al 17’ grazie alla percussione di Kishna sulla destra, palla dietro e piattone si Biglia che la mette nel sacco. Il raddoppio arriva subito al 23’ con gol fotocopia grazie all’assist di Candreva per Kishna. La Lazio è padrona del campo. Ma al 43’ circa il reparto difensivo si fa trovare impreparato (pronto per andare al riposo). Mancosu sorprende tutti. Radu è in ritardo, Berisha non è pronto per rimediare e l’attaccante felsineo non sciupa.

Secondo tempo, pronti-via Biglia si infortuna. Dentro Cataldi che parte in sordina,
ma poi prende le misure. Poco più tardi Milinkovic sostituisce un Lulic troppo sufficiente. E Anderson rileva Turbo Candreva. La Lazio soffre un po’ il ritorno del Bologna. Ma quando si compatta fa vedere azioni corali importanti. Come quando al 75’ un dialogo con colpi di alta scuola mette Anderson dentro l’area , ma il suo tiro ha poca fortuna.

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento