Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

mercoledì 26 agosto 2015

Firma la petizione per abbattere le case Ater | Foto Sport Notizie


Impianti elettrici con concezioni ottocentesce. Fili delle antenne penzolanti. Muri che crollano. Riscaldamento centralizzato. Gestione dei condomini individuale. Fare manutenzione non risolve, anzi complica la situazione.

La case del quartiere Tormarancio sono obsolete. Non bisogna stupirsi se a pagare ‘pigione’ e bollette sono una esigua minoranza. In particolare facciamo riferimento al complesso compreso tra Via Annio Felice e Via Petronilla nei pressi del mercato e vicino all’ Istituto San Michele (leggere alla voce Vaticano). Che forse è il migliore di tutti quelli presenti in zona.

L’impianto elettrico è antico. I fili delle utenze domestiche e della scala sono accessibili a tutti. Non esiste alcun locale contatori chiuso a chiave. Su tutti i collegamenti ci si può arrivare con estrema semplicità aprendo gli appositi sportelletti. Da segnalare il valore della tensione che è davvero importante. Perché appena si fa toccare il rame con il ferro fa la fiamma. E’ la tensione degli impianti industriali 350V forse. Impressionante. Se ci metti la mano rimani folgorato. Se ti devono staccare la luce staccano l’utenza da un nodo che si chiude con vite. E come detto accessibile a tutti. Dire che va riprogettato l’impianto elettrico è riduttivo.

Mancano gli ascensori. Qualcuno l’ha installato, ma l’impianto elettrico l’ha lasciato com’era. Una soluzione a dir poco sporca. Certo è che ci sono persone anziane e non riescono a salire le scale. Da evidenziare che in tali edifici è in atto una ristrutturazione. Sono stati installati dei pannelli per ridurre la dispersione del calore e pitturati di giallo. Il problema è che il muro sottostante stava crollando. E c’era grande umidità. Risultato: le case si sono riempite di moscerini o moschini fastidiosissimi. Per non parlare dell’impianto centralizzato di riscaldamento che va a gas. Sistema ormai superato perché oggi si installano caldaie. Per quanto riguarda l’impianto idraulico vi dico solo che al bagno c’è un pozzetto da cui ogni tanto fuoriescono le acque nere. Tutto ciò rende anche anormale la gestione stessa delle scale. E' impossibile infatti poter nominare un amministratore della scala. O fare interventi condivisi da tutti i locatari. Firma la petizione per abbattere le case popolari di Tormarancia.

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento