Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

domenica 6 settembre 2015

Calcio. Per il ‘tour de force’, Lazio a 2 punte | Foto Sport Notizie



foto: corrieredellosport.it

I biancocelesti disputeranno 7 partite in 21 giorni. Di media una gara ogni tre giorni. Pioli pensa al trequartista dietro le 2 punte, ma le vere prove tattiche inizieranno nei prossimi giorni.

Quando si gioca in Europa è così. Si inizierà domenica con l'Udinese, all'Olimpico. Dopo sarà la volta del Dnipro, in Ucraina, in Europa League. Ecco poi Napoli in trasferta, il turno infrasettimanale col Genoa a Roma e l'Hellas Verona al Bentegodi. Infine l'esordio casalingo europeo contro il Saint Etienne, per poi concludere con Lazio - Frosinone del 4 ottobre. Dovrà essere bravo Pioli a gestire la rosa, sperando che l’infermeria si svuoti presto.

Pioli - come dice ’Il Tempo’ - studia a tal proposito soluzioni alternative per fare fronte alle defezioni. In questi giorni il tecnico emiliano sta sperimentando una Lazio a due punte. Da proporre contro l’Udinese di Colantuono non proprio nota per il gioco spumeggiante. In questi casi il centrocampo ricco può tornare utile. Certo, le vere prove tattiche scatteranno solo al ritorno dei nazionali, ma intanto il tecnico emiliano fa le sue mosse. Nell’ultima settimana ha testato il 4-4-2 ma anche il 4-3-1-2. In avanti ad orchestrare c’erano comunque Matri e Keita, ecco la possibile soluzione: l’attaccante ex Milan a fare l’ariete dell’attacco biancoceleste, con lo spagnolo a muoversi da seconda punta. Tra i due, il feeling è scoccato sin dal primo giorno a Formello, l’intesa potrebbe rivelarsi ancora più efficace in campo. Da quando l’ultimo giorno di calciomercato gli ha portato in dono Matri, Pioli sa di poter contare su un attaccante di peso.

L’ultimo a rientrare dagli impegni con le nazionali sarà Felipe Anderson. Che martedì a Le Mans giocherà in amichevole contro la Francia Under 21 di martedì. Gli altri saranno disponibili già da lunedì. Riguardo invece all’infermeria Klose tornerà arruolabile probabilmente il 18 ottobre contro il Sassuolo, mentre Djordjevic incrocia le dita per essere a disposizione dopo la sosta anche se nelle ultime sedute ha avuto risentimenti al malleolo e non si è allenato. Marchetti dovrebbe essere pronto per la gara contro l’Udinese, mentre per il rientro di Biglia se ne riparlerà a fine settembre. A centrocampo la Lazio dovrà fare di necessità virtù, Cataldi e Lulic non sono in condizioni ottimali, Parolo invece ha dimostrato buona gamba anche nella partita dell’Italia contro Malta, Milinkovic-Savic e Morrison scalpitano più che mai per la loro prima chance da titolari e il rombo a centrocampo può essere per i numerosi trequartisti biancocelesti un’opportunità in più. (laziopress.it)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento