Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

sabato 19 settembre 2015

Olimpiadi 2024. Roma ci riprova | Foto Sport Notizie



foto: it.eurosport.com
Pronta la documentazione di Roma da presentare al Cio. Obiettivo Roma 2024, ma la strada è molto tortuosa. Le concorrenti sono piuttosto agguerrite.

Roma ci riprova. La Capitale punta alle Olimpiadi del 2024. Ora è ufficiale: Roma si candida a sfidare Budapest, Amburgo, Parigi e Los Angeles nella corsa per i Giochi Olimpici. Cinque città per un posto solo. E Roma c'è Lo ha annunciato poco il Cio, dopo la scadenza dei termini per la presentazione dei dossier, che era alla mezzanotte scorsa. La scelta finale da parte del Comitato Olimpico Internazionale, è prevista per settembre 2017.

Dopo la corsa, fallita, ai Giochi del 2004 (allora prevalse la candidatura 'secolare' di Atene), e quella solo ventilata, ma mai formalizzata, per il 2020 (il governo mise il veto preoccupato per l'aggravio finanziario), questa volta Roma ci crede. E il Cio si sfrega le mani, fresco del flop di candidature per le Olimpiadi invernali del 2022 (solo due proposte avanzate). "Non mi aspettavo più candidate perché questa competizione è sulla qualità e non sulla quantità. Vedremo cinque città qualificate e per questo la sfida sarà molto dura e affascinante", ha detto il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach.

Roma ci riprova ora e dovrà vedersela con Los Angeles, rimasta in lizza dopo il ritiro dell'altra città statunitense, Boston, e che spera di organizzare i Giochi per la terza volta dopo il 1932 e il 1984. Parigi, a cui è sfuggito il tentativo di organizzare le Olimpiadi 2012, potrebbe festeggiare il 'centenario', dopo i quelli organizzati per la prima e ultima volta nel 1924. E' lei la sfidante più temibile. Amburgo, che non ha mai ospitato i Giochi e ha battuto Berlino come scelta nazionale, punterà a una soluzione organizzativa tutta all'interno della città, in cui gli atleti potranno muoversi a piedi per raggiungere i vari luoghi della competizione (ad Amburgo comunque a novembre si terrà un referendum per tastare l'effettiva disponibilità dei cittadini). In corsa c'è infine Budapest, che punta a unirsi alla Russia come unico Paese dell'est europeo ad aver mai organizzato i Giochi Olimpici estivi. Il ricordo di Roma 1960 è ormai sbiadito, le imprese di Livio Berruti e compagni chiedono nuova luce nella città eterna. (quotidiano.net)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento