Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

martedì 1 settembre 2015

Società. Megaproteste anti-rifiuti in Libano | Foto Sport Notizie


foto: internazionale.it
Infiamma in Libia la crisi dei rifiuti. Un morto e più di 10 feriti è il computo totale delle proteste.

“Vattene!”, gridavano nel 2011 i primi manifestanti tunisini, egiziani e siriani delle primavere arabe. “Puzzate!”, scandiva invece la gigantesca folla che sabato scorso ha invaso le strade di Beirut. Il passaggio dal singolare al plurale nasce dal fatto che in Libano non c’è un dittatore. La folla libanese, pacifica nonostante la rabbia, non chiedeva la caduta di un uomo ma quella di un’intera classe politica, improvvisamente diventata insopportabile per gran parte della popolazione.

Secondo gli organizzatori quella del 29 agosto è stata la più grande manifestazione mai organizzata dalla società civile libanese e ora il governo di Beirut è sotto pressione, visto l’ultimatum di 72 ore lanciato dal movimento per trovare una soluzione alla “crisi dei rifiuti”. “La vostra ora è suonata”, hanno scandito in piazza i promotori della campagna cittadina “Puzzate”, minacciando un’escalation delle proteste.

La causa scatenante delle manifestazioni, in corso da una settimana, è il mancato intervento delle autorità nella crisi dello smaltimento dei rifiuti che hanno invaso la città. Ma al governo di unità nazionale si rimproverano anche la debolezza, la corruzione e l’inefficienza. (internazionale.it)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento