Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

domenica 22 novembre 2015

Calcio. Lazio. Pioli: “Voglio vedere il carattere” | Foto Sport Notizie


Nella consueta conferenza di presentazione della gara, Pioli ieri è uscito leggermente fuori dai suoi personali canoni di moderazione. E ha chiesto ai suoi ragazzi una scossa. Una prova di carattere per risolvere l’«empasse» in cui la formazione biancoceleste si è cacciata. “La stagione non finisce oggi” – dice Pioli.

Il primo intervento è evidentemente rivolto al gruppo tutto. A cui il tecnico emiliano chiede risposte immediate: “La sosta come tutte le soste l’abbiamo sfruttata per riflettere, per analizzare, per lavorare. Ma non sono qui per dire che la squadra ha lavorato bene. Perché mi sono stancato di dire che la mia squadra ha lavorato bene. Voglio vedere che la squadra che so di allenare. Voglio vedere la squadra con grande carattere e con grande determinazione. Perché dobbiamo cambiare. Perché dobbiamo migliorare. Perché la classifica non è quella che vogliamo. Perché vogliamo dimostrare in tutti i modi che abbiamo il carattere giusto. Che è quello che la mia squadra deve avere. Perché la classifica non rispetta i nostri valori. Ma non è sufficiente avere qualità. Ci vuole ben altro”.

Poi si vanno a toccare i tasti dolenti dello spogliatoio e le ipotesi che qualche big potrebbe lasciare la compagnia già a gennaio: “Penso che i tutti giocatori siano importanti ma nessuno indispensabile – dice Pioli senza pensarci – E credo che qua bisogna avere giocatori molto motivati. Credo che sceglierò anche in quella funzione. Al momento non ho sentore di nessuna situazione particolare. Perché sono molto attento a valutare tutto.”. Un giornalista velatamente poi lo chiama in causa : “Se mi sento responsabile penso che sia una domanda con la risposta automatica. Sicuramente lo sono. Perché alleno la squadra, la motivo, la stimolo. Scelgo i giocatori che vanno in campo all’inizio e poi scelgo le sostituzioni a partita incominciata. Dico che in tante situazioni dovevamo portare a casa qualcosa e non ci siamo riusciti. Credo che la mia squadra abbia talento, abbia valori importanti. E che però da sempre nel calcio, nello sport, la cosa che fa la differenza è l’atteggiamento. E noi questo atteggiamento in alcune occasioni non lo abbiamo avuto. E non possiamo più permettercelo. E non posso più permettermelo. E la squadra non può più permetterselo. E i giocatori non possono più permetterselo.

Infine si parla della gara e dei probabili interpreti: “Per quanto riguarda il terzino sinistro. Sapete come ragiono. Come la penso. Per me non ci sono gerarchie assolute. Per me ci sono gerarchie che possono cambiare. Ci sono situazioni. Ci sono cambiamenti di condizione. E adesso soprattutto è il momento di tirare fuori il carattere. E di scegliere quei giocatori che mi dimostrano di avere più voglia di fare. Più voglia di sacrificarsi. Ho sempre detto che Milinkovic può occupare due zone del campo. E anche lui è convinto di questo. Se sarà della partita potrà giocare sia nel centrocampo a tre che come trequartista. Vedrò le scelte da fare a livello tattico”.

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento