Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

mercoledì 9 marzo 2016

Calcio. Cambiano le regole. Collina: “Fuorigioco da rivedere”


foto: tuttosport.com
Nuove regole all’insegna della libertà e delle maggiori garanzie per le difese. Stop all’espulsione per fallo da ultimo uomo e per fallo di mano. E maggiori poteri al tecnico portando a 5 le sostituzioni possibili.

Cambiano le regole del calcio. A partire probabilmente già dalla prossima edizione degli Europei molte le novità. Innanzitutto verrà bandito il fallo da ultimo uomo: quando un fallo da ultimo uomo non sarà valutato come intenzionale non sarà più applicato il cartellino rosso. Anche il fallo di mano subirà modifiche. Qualora non sarà valutato come intenzionale infatti, o non produrrà interruzioni significative del gioco (azioni da gol), il fallo di mano potrà essere sanzionato semplicemente con un avvertimento.

Se ne sta discutendo all’IFAB. le modifiche potrebbero arrivare in tempo per EURO 2016 (mentre la moviola dovrebbe essere introdotta soltanto per EURO 2020, come già stabilito). Ancora: nei prossimi mesi, con più calma, l'IFAB potrebbe introdurre altre modifiche al regolamento. Una delle più significative, che però andrà discussa a dovere, potrebbe essere l'aumento delle sostituzioni concesse ad un allenatore portandole a 5. Infine: arriverà quasi certamente il via libera per la Goal Line Technology (il sistema che rileva i gol sulla linea), già sperimentata nei campionati nazionali (tra cui quello italiano) per la prossima edizione della Champions League, ma ci sono possibilità che venga concessa una deroga per poterne fare uso nelle finali di Champions ed Europa League di quest'anno.

Pierluigi Collina, ex arbitro e oggi selezionatore degli arbitri per la Uefa, intervenuto a "Radio anch'io lo sport", dice di più. Secondo lui infatti la tecnologia aiuterà sicuramente ma andrà usata solo per situazioni singole che possono cambiare l’andamento della gara, altrimenti si perde la fluidità del gioco: «Oggettivamente in un calcio che è sempre più veloce, non è semplice per l'arbitro stabilire quel che è punibile e quel che non lo è. Prima o poi dovremo mettere mano a una modifica della regola del fuorigioco. Dovremo abituarci a partite che durano di più. Il tempo preso per vedere le immagini verrà annullato e quindi si recupererà, ma non chiamatela moviola, è una cosa diversa. La fluidità del gioco, che è una caratteristica specifica del calcio, cioè una gara con poche soste e poche pause. Ma una cosa come ex arbitro mi sembra molto chiara: il direttore di gara per quanto possa essere bravo sa che corre il rischio di non vedere qualche cosa, che invece può essere mostrata da una delle venti o più telecamere che ci sono in campo».

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)
Megacalcio

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento