Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

mercoledì 22 febbraio 2017

Calciomercato. Juve a Porto, occhi sui gioielli di Costa



E’ agendata per le 19:45 ora locale, la gara degli ottavi di Champion’s League tra FC Porto e Juventus. Al seguito dei bianconeri anche Marotta e Nedved. Oltre a passare il turno, l’obiettivo è osservare i gioielli del ‘presidentissimo’ Pinto da Costa.

Comprare a poco e rivendere a tanto. Pinto da Costa ha fatto la fortuna del club con le plusvalenze. Bilanci sempre in attivo, unica eccezione i 18 milioni di quest’anno, a causa dello stadio che però adesso è completamente di proprietà del club - come ricorda 'Corrieredellosport.it'. Da Radamel Falcao, acquistato nel 2009 a 5,5 milioni dal River Plate e ceduto due anni dopo all’Atletico Madrid per 40 più 7 di bonus, passando per Elianquin Mangala, rilevato dallo Standard Liegi nel 2011 per 7 milioni e girato al Manchester City nel 2014 per 40. La storia dei “Dragões” è zeppa di affari milionari, e ancora oggi la squadra di Nuno Espirito Santo (uno dei migliori amici del super-agente Mendes e uno dei primi a entrare in scuderia), i grandi club europei sono costantemente pronti a infiammare aste dorate per i gioielli di famiglia.

Essere predestinati. André Silva, professione centravanti, 21 anni, appena nominato miglior giovane della Liga Nos per il mese di gennaio. In Europa è uno dei giovani con i numeri migliori: 13 gol in 22 partite, primo posto insieme a Timo Werner dello Stoccarda (13 in 22 anche lui) e Dele Alli del Tottenham (11 in 24). Al Porto è arrivato nel 2011, evidenziando subito nel settore giovanile le sue doti di centravanti classico. La maglia che indossa è già di per sé un programma. La numero 10 a Porto rimanda direttamente a nomi importanti del calcio europeo come Deco, James Rodriguez e Ricardo Quaresma. Inutile dire sulle sue tracce ci sono molti club europei, compresa la Juventus che già lo conosce per averlo più volte fatto visionare. Ha una clausola rescissoria da 60 milioni, ma può essere trattato a una cifra inferiore, seppur importante, specie dopo l’ingaggio, a gennaio, di Tiquinho Soares (25), arrivato dal Vitoria Guimarães, anche lui piace e ha tanti estimatori.

Di giocatori importanti a Porto, basta solo chiedere. La Juve da tempo sta cercando centrocampisti di qualità, e esterni offensivi. E in Italia speculazioni già sono state abbondantemente fatte in epoca di calciomercato su Otávio ed Herrera. Otávio Edmilson da Silva Monteiro o semplicemente Otávio, recentemente rientrato da infortunio, è un classe '95, con doppio passaporto brasiliano e portoghese, valore attuale di mercato 7 milioni, anche lui come Silva è passato per le giovanili del FC Porto. Giocatore sguizzante, imprendibile nell’uno contro uno, negli ultimi 30 metri può spaccare le partite.
Héctor Miguel Herrera López, classe ’90 di Tijuana, Messico, è sicuramente uno dei giocatori più esperti in rosa. Al FC Porto
dal 2013 per 6 milioni, il valore attuale è di 15. La sua posizione naturale è in regia, ma quest’anno con Espirito Santo sta dimostrando che può fare bene in qualsiasi ruolo della mediana, e in alcuni casi anche nella linea difensiva. Nel ruolo di centrocampista centrale quest’anno sta giocando Danilo Pereira, vecchia conoscenza del calcio italiano. Ha firmato da poco il rinnovo, anche lui come Silva, con la clausola rescissoria a 60 milioni. Non mancano nemmeno in questo caso estimatori, compresa la Juventus. Pereira è un classe ’91 con il doppio passaporto di Guinea Bissau e Portogallo. Si può trattare a 20 milioni, questo il suo valore di mercato. Insomma gli argomenti di cui parlare, non mancheranno stasera in tribuna Vip.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento