Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

sabato 25 febbraio 2017

Società. Roma. Raggi: “Lo stadio si farà. Ci siamo riusciti”.


Dopo la querelle tra Sgarbi e Totti, nella notte la decisione del Campidoglio. Baldissoni: “Giornata Storica”. Mancano solo alcuni dettagli giuridici.

C’è l’accordo per lo stadio – ricorda oggi ‘IlTempo.it’. È stata lunga e convulsa la strada che ha portato alla decisione. Peraltro nei giorni scorsi, dopo il lancio del famoso hashtag #Famostostadio, si era assistito alle pubbliche provocazioni di Vittorio Sgarbi nei confronti del giocatore della Roma: “Non può pensare di essere il massimo consulente all’Urbanistica del Comune di Roma. È un cretino depensante” – e così via, aveva ribadito Sgarbi in diversi programmi televisivi e radiofonici, come ad esempio ‘Radio24’. La risposta di Totti nel programma ‘Striscia la Notizia’: “Sgarbi?Non lo conosco. Non so chi sia”. Non si è fatta attendere a sua volta la risposta del critico d’arte un'ora fa circa attraverso i suoi profili twitter e fb: “Abbiamo avuto la prova: Totti è così ignorante che non conosce neanche me”.

Nella serata di ieri è arrivata invece - come detto - l’approvazione da parte della Sindaca del nuovo progetto per lo stadio di Tor di Valle. Completamente rivisitato e con il 50% in meno di cubature. La maggior parte dei tagli interessa il business center, le tre torri previste non saranno costruite. Molto verde, sarà potenziato il collegamento Roma-Lido, costruita una nuova stazione della metro e messo in sicurezza il quartiere di Decima, che fa registrare problemi di allagamento nei periodi di piena del Tevere. " Abbiamo rivoluzionato il progetto dello stadio della Roma e lo abbiamo trasformato in una opportunità per Roma. Abbiamo sempre detto di essere favorevoli alla realizzazione dello stadio, ma nel rispetto della legge e per il bene della nostra città. Ci siamo riusciti” - scrive Virginia Raggi su Facebook.

"A nome del presidente Pallotta e della Roma voglio ringraziare il sindaco", commenta Baldissoni. "Siamo molto orgogliosi di aver raggiunto un accordo che migliora il progetto con un intervento importante. È un giorno storico. Questa è una serata importante per la Roma", twitta il presidente giallorosso James Pallotta. "Non vediamo l'ora di costruire uno stadio che Roma possa mostrare a tutto il mondo del calcio". Insomma, tutti contenti. Anche Beppe Grillo - che ritwitta il post della Raggi – il quale fino a ieri, tra l’altro, ipotizzava la vendita dei salvagente con i biglietti ironizzando sul rischio idrogeologico - per il momento messo da parte dal M5S. Rimangono quindi in vita solo i progetti relativi a via Ostiense - via del Mare, alla nuova stazione di Tor di Valle e alla messa in sicurezza del Fosso del Vallerano. Quest’ultima obbligatoria e prioritaria se si vuole ottenere l’assenso al progetto da parte dell’Autorità di Bacino del Tevere. Resta ovvero da capire in quale modo verrà rimodulata giuridicamente la delibera di Marino e, soprattutto, se questi tagli alle opere pubbliche non possano finire per compromettere la fattibilità reale del progetto. Ecco la querelle Sgarbi-Totti nel video estratto da 'Striscia la notizia' di ieri sera:


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento