Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

martedì 21 marzo 2017

Mozambico: calciatore muore mangiato da coccodrillo

È successo ieri a Tete ad Alberto Gino mentre correva lungo il fiume. Il pericolo è noto, ci sono anche i cartelli ‘Attenzione Coccodrilli!’.

Un giovane calciatore del Mozambico è stato sbranato e ucciso mentre si allenava vicino la riva del fiume Zambesi. Il 19enne Estevao Alberto Gino, promettente difensore dell'Atletico Mineiro de Tete, stava correndo lungo il fiume Zambezi, come ha spiegato alle autorità il suo allenatore Eduardo Carvalho: “Si stava allenando e quando ha finito di correre ha messo le mani nel fiume per rinfrescarsi, è stato in quel momento che il coccodrillo lo ha preso” – fa sapere ‘FoxSports.br.com’.

Secondo due vicini del giovane calciatore l'animale doveva avere dimensioni fuori dalla norma, quasi 5 metri di coccodrillo contro la cui furia Estevao non avrebbe potuto fare nulla. L'Atletico Mineiro de Tete ha dato l'annuncio della scomparsa del 19enne sul proprio profilo Twitter con questo messaggio: “Siamo in lutto per la scomparsa del nostro giocatore, nostro fratello, nostro figlio e eterno difensore Estevao Alberto Gino, un giovane di 19 anni con un promettente futuro ucciso da un coccodrillo lungo le rive del fiume Zambezi”.

Il fiume Zambesi è tra i più importanti del continente africano e a Tete si trova a circa 200-300 Km dalla fine del suo percorso nell’Oceano Indiano – come riportato da ‘Wikipedia.it’. Il pericolo relativo ai coccodrilli è assolutamente conosciuto, tanto che sono numerosi i cartelli di pericolo presenti lungo le rive del fiume.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento