Header Ads

Mont St. Michel si è tornata isola.

Mont San Michel. Foto wikipedia.it

Una straordinata alta marea ha inondato la baia di St. Michel.

E’ successo il passato 17 agosto, quando come si dice da queste parte è salita un alta marea alla velocità di un galoppo. Una così importante marea non si verificava dal 1879. Data in cui venne edificata la diga che permette agli abitanti e visitatori di arrivare ai piedi dell’isolotto con le automobili.

A luglio passato però le cose sono cambiate perché è stato inaugurato il passaggio pedonale. Non senza polemiche. Infatti molti commercianti e abitanti lamentano dei costi molto alti spesi per l’opera. E per di più a loro detta non utile perché non possono più usare le auto. Infatti la strada che rendeva ciò possibile sarà demolita in autunno prossimo. E quindi si dovranno fare la strada a piedi, oppure usufruire delle apposite navette.

Mont San Michel. Foto wikipedia.it






Sul monte sorge un monastero benedettino(come quello adiacente alla basilica di San Paolo fuori le mura a Roma) costruito da Duca Riccardo I nel 966 dedicato a “San Michele Arcangelo in pericolo di mare”. E’ stato costruito proprio sopra le spoglie del santuario precedentemente sede di culti “druidici” dedicati a Beleno divinità gallica associata al Sole.

Mont San Michel. Foto wikipedia.it


  
Nell’area di Mt. St. Michel confluiscono i sedimenti di tre fiumi: il Sée, il Sélune e il Couesnon. E in passato sono stati estratti grandi quantità di sedimenti di sabbia per scopi edili. Il sito quindi è di interesse non solo storico-culturale, ma anche e soprattutto dal punto di vista geologico-geografico. Per questo motivo Mont Saint Michels è secondo l'UNESCO patrimonio universale dell’umanità.(wikipedia.it, sole24ore.it, centrometeoitaliano.it)


Nessun commento

Powered by Blogger.