Notizie Sportive Calcio

lunedì 6 maggio 2019

Bomba artigianale nella sede degli Irriducibili.


foto: IlMessaggero.it
Diabolik: "Movente politico. Se vogliono tornare al clima degli Anni 70 siamo pronti" - 'IlMessaggero.it'.

E' stata rilevata questa mattina l'esplosione di un ordigno nella sede degli Irriducibili. L'ordigno sarebbe stato fatto esplodere nella notte. Gli agenti del Commissariato Appio hanno riscontrato pezzi di plastica derivanti dall'esplosione. Insieme con l'annerimento della serranda stessa. Alcuni abitanti nei pressi di via Amulio in zona Colli Albani - Appia, avrebbero accusato il forte boato nella notte.

Le parole di Diabolik. Sentito da AdnKronos per il leader della tifoseria biancoceleste non ci sono dubbi. Ci sarebbero motivazioni politiche riconducibili al recente striscione inneggiante a Benito Mussolini di Corso Buenos Aires a Milano. Fabrizio Piscitelli commentando la bomba «alla crema», così chiama l'ordigno fatto esplodere , è fermo e deciso nelle sue dichiarazioni. 

"Se vogliono tornare al terrorismo degli anni '70, a quel clima, noi siamo pronti. Anzi, io non vedo l'ora e di certo non ci tiriamo indietro. «Siamo abituati a peggio - dice Piscitelli - paura mai, per carità; è chi ha messo la bomba che ha dimostrato di aver paura. È un atto vigliacco, fatto di notte: avrebbero potuto ferire chi dorme nei paraggi, in strada. Sanno dove stiamo, sanno dove abito e sanno bene che al di là di quella saracinesca c'è una associazione che si occupa del sociale, dove non si fa politica. Noi andiamo allo stadio, fine. Poi, certo, siamo fascisti, gli ultimi fascisti di Roma, e non rinneghiamo nulla. Se andiamo per logica - spiega Diabolik - quanto accaduto si può ricondurre a quella situazione (lo striscione su Mussolini esposto a corso Buenos Aires il 25 aprile scorso ndr) ma a quel punto, ripeto, non ci tiriamo indietro»

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento