Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

giovedì 10 gennaio 2013

Tuscia, Viterbo e Colli albani, l’Etruria sulla via Francigena.


Località prima etrusche poi romane e cristiane, non da ultimo luoghi di pellegrinaggio verso Gerusalemme. E Oggi?

E’ l’acqua del Tevere, dei bacini lacustri e del Tirreno ad attirare sempre più attenzioni sul territorio laziale.
Tusculum (cotral fino a M.Porzio e poi arrampicarsi) testimonia che i Colli Albani sono da sempre un luogo d’incontro.
Il vasto parco di Vejo a Formello-Isola Farnese (preparasi a camminare) è località di grande prestigio. Le importanti necropoli di Tarquina (bene i mezzi pubblici) e Cerere(solo taxi) sono tappa obbligata. Il lago di Vico (?), Sutri (no mezzi pubblici) e Viterbo (c'è la linea ferroviaria) con la Tuscia in genere meritano poi attenzioni particolari.
Località sulla via Francigena per i pellegrini diretti in Terra Santa come il santuario della Madonna Nera di Tarquinia (icona del Lippi), la Madonna dei Parti o S.Maria del Monte a Sutri, costituiscono l’ultimo ristoro prima che si presenti la grandezza di Roma.

Le foto dall'etruria meridionale


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento