Notizie Sportive Calcio

sabato 18 maggio 2019

Finale Playoff Primavera 2 2019. Lazio - Spal 2:1


E' la Lazio a essere promossa in Primavera 1. Grazie alle reti di Scaffidi e Cerbara.

La Lazio vince meritatamente e si riprende la massima serie. Nei novanta minuti i giovani bianco-celesti dimostrano sicuramente maggiore peso e solidità. Da parte loro gli avversari, per la maggior parte della gara, risultano schiacciati nella propria metà campo e cercano di far male sulle ripartenze, che però a lungo andare diventano rare e sporadiche. Atteggiamento che costa ai ragazzi di Cottafava, brillantezza, lucidità e nervi. 

La gara. Iniziano in quarta gli aquilotti di Bonacina davanti al pubblico delle grandi occasioni, oggi presente al Fersini. E, pronti via, ecco la rete del vantaggio di Scaffidi che concretizza una percussione sulla corsia di Falbo. Sembra tutto troppo facile, però di li a poco arriva la rete del pari con azione fotocopia dal lato opposto. La prima frazione di gioco si chiude senza grandi sussulti.
Nella seconda frazione di gioco la Lazio è paziente e continua ad esercitare una pressione costante sulla difesa ospite schierata ad autobus davanti alla propria porta. L'infortunio di Scaffidi da il la a Bonacina per mettere dentro Cerbara,già pronto ad entrare. Dentro quindi velocità esplosiva che spacca una difesa già esausta. E' proprio lui a firmare la rete del definitivo 2 a 1 a pochi minuti dal termine. E a causare il doppio giallo sul neoentrato Sare.


Le parole di Bonacina a 'Lazio Style'. "Devo fare i complimenti ai ragazzi, sono stati eccezionali. Tre prestazioni nei play-off veramente ottime, la promozione ce la siamo proprio guadagnata. Con il Verona è stata la partita che ci ha fatto scattare quel qualcosa in più, i play-off sono stati affrontati con la concentrazione, l’attenzione e la giusta grinta che in alcuni frangenti forse è mancata durante la stagione. Tutti hanno remato dalla stessa parte, dai magazzinieri fino ai miei collaboratori più stretti per raggiunge l’obiettivo finale".

Il tabellino.  Marcatori: 7' Scaffidi (L), 10' Babbi (S), 85' Cerbara (L)

LAZIO: (3-5-2): Alia; Armini, Silva, Baxevanos; De Angelis (70' Zitelli), Mohamed, Bianchi, Czyz, Falbo; Capanni (93' Nimmermeer), Scaffidi (57' Cerbara).
A disp.: Marocco, Franco, Kalaj, Petricca, Kaziewicz, Arapi, Shoti, Francucci, Cesaroni.
All.: Valter Bonacina

SPAL: (3-5-2) Seri, Milani, Farcas, Uzela (62' Sare), Salvi, Rizzo (86' Minaj), Cuellar (59' Gibilterra), Alessio, Babbi, Spina, Martina (87' Chakir).
A disp.: Fallani, Campi, Coulange, Valesani, Mazzoni, Ielo, Tunjov.
All.: Marcello Cottafava

Arbitro: Ermanno Feliciani (sez. di Teramo)
Ass.: Vincenzo Adriano Catucci - Francesco Ciancaglini

NOTE. Recupero: 1' pt, 5' st.
Ammoniti: 62' Uzela (S), 67' Bianchi (L), 76' Sare (S), 84' Spina, 85' Capanni (L)
Espulso: Sare (S) per doppia ammonizione


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

venerdì 17 maggio 2019

Allegri non è più tecnico Juve. Inzaghi tra gli indiziati.


Allegri non è più tecnico Juve. Foto: calciomercato.com
E' di questi minuti il comunicato ufficiale della società di Torino - Juventus.it

Massimiliano Allegri non è più il tecnico della Juve. Allegri resterà nella storia come l'uomo dei record. Dato che dal 2014 ha vinto cinque Scudetti (dal 2015 al 2019), quattro Coppe Italia consecutive (dal 2015 al 2018), due Supercoppe italiane (2015 e 2018) oltre a raggiungere due volte la finale di UEFA Champions League
Quest'anno, è vero che ha vinto lo Scudetto con tante giornate di anticipo. E' anche vero che ci sono stati tanti problemi. Non ultima l'uscita di scena dall'Europa. E poi quella decisione di silenziare i propri account social non è stata accettata molto volentieri dai vertici bianconeri.

Il comunicato ufficiale. “Massimiliano Allegri non siederà sulla panchina della Juventus nella prossima stagione 2019/2020. L’allenatore e il Presidente, Andrea Agnelli, incontreranno insieme i media in occasione della conferenza stampa, che si terrà domani, sabato 18 maggio, alle ore 14 presso la sala conferenze dell’Allianz Stadium

Le Ipotesi. E' ufficialmente iniziato il toto-allenatore per la panchina bianconera. Ad oggi non si hanno notizie certe a riguardo. Molte le ipotesi - come riporta 'Sportellate.it'. La società piemontese ha come obiettivo la Champion's League e cerca allenatori con esperienza internazionale. 
Su tutti il nome di Pep Guardiola, a frenare questa pista sono i 20 milioni di stipendio percepiti al momento alla corte del Manchester City. Stesso discorso vale per Jurgen Klopp che comunque resta un nome caldo. 
Suggestivo il ritorno di Antonio Conte, pronto a riprendere in mano le redini della squadra. Ma su lui c'è forte la pressione delle milanesi. 
E' dunque, al momento, difficile fare ipotesi scientifiche. Tra i papabili figura anche Gasperini, reduce da una grande annata a Bergamo. Anche su di lui ci sono molte pressioni e non ha questa grande esperienza di vittorie in grandi club.
Non prive di fondamento le piste che riconducono ad Inzaghi, fresco vincitore della Coppa Italia. In passato più volte il tecnico di Piacenza è stato accostato alla Juve. E più volte lo stesso Simone Inzaghi ha smentito, forte del suo legame con la società capitolina. Ma la telenovela è appena iniziata e i nomi sono destinati ad aumentare.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

mercoledì 15 maggio 2019

Atalanta - Lazio 0:2. Settima Coppa in bacheca Lazio


Lazio - Atalanta 2:1. La rete di Milinkovic. Foto Sky Sport
E' la Lazio ad alzare la Coppa Italia. Grazie alle reti di Milinkovic e Correa. E' la settima Coppa Italia per i biancocelesti.

Una gara che si risolve negli ultimi 20 minuti di gioco. Primo tempo in cui la Lazio tiene bene il campo e contiene l'Atalanta concedendo poco e niente. Inzaghi parte, forse, con una formazione a sorpresa. La Lazio è guardinga e paziente. Sono poche le occasioni chiare nel primo tempo. L'Atalanta recrimina su un episodio dubbio con la palla che verrebbe deviata di mano da Bastos in area, non ravvisato da Banti. Da parte sua la Lazio poco più tardi chiede l'espulsione di Masiello per fallo da ultimo uomo su Correa.

Il Secondo tempo. Nella seconda frazione di gioco la Lazio attende il momento giusto per fare male. Allora dentro Caicedo e poi Milinkovic. Il "Sergente" entra al 34' e di testa, poco dopo, la mette nel sacco (vedi immagine sopra). E' Correa poi a chiudere la gara sfruttando al meglio un'azione di rimessa. 

"E' stato un anno difficile con alti e bassi. Abbiamo perso la sfida Champion's ma un trofeo è un trofeo e rimane nella storia. Questa vittoria è tutta per i nostri tifosi" - dice a fine gara Tare a Lazio Style Channel.

Il tabellino. Atalanta: Gollini, Masiello, Palomino, Djimsiti, Hateboer, De Roon (39'st Pasalic), Freuler, Castagne (39'st Gosens), Gomez, Ilicic, Zapata (39'st Barrow). All: Gasperini.
A disposizione: Berisha, Rossi, Reca, Piccoli, Pessina, Mancini, Ibanez, Colpani, Del Prato.

Lazio: Strakosha, Luiz Felipe, Acerbi, Bastos (35'pt Radu), Marusic, Parolo, Leiva, Lulic, Luis Alberto (34'st Milinkovic Savic), Correa, Immobile (21'st Caicedo). All: Simone Inzaghi.
A disposizione: Guerrieri, Proto, Patric, Wallace, Durmisi, Badelj, Romulo, Neto, Cataldi.

Aribtro: Banti di Livorno.
Assistenti: Vuoto-Manganelli.
Quarto ufficiale: Maresca.
Var Calvarese. Avar Peretti.

Note. Ammoniti: Bastos (L), Masiello (A), Lulic (L), Zapata (A), Leiva (L), Gomez (A), Marusic (L).

Reti: 37'st Milinkovic Savic, 45'st Correa


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Giornale Sportivo


Giornale Sportivo
Foto Sport Notizie è un giornale sportivo che ti da le ultime notizie di sport e di calcio. 

Trovi le informazioni che ti servono e le tendenze in tema di sport e società

Qui trovi lo scopo della pagina:


    Sport Notizie


    Sport Notizie
    Foto Sport Notizie è il sito che ti da le ultime notizie di calcio. E' un giornale sportivo che parla di sport, calcio e società a 360 gradi.

    Collegati a Foto Sport Notizie per restare aggiornato sulle tendenze del momento.

    Qui trovi lo scopo della pagina:


      martedì 14 maggio 2019

      Esordio di Gianluca Gaetano. La nonna muore durante la festa.


      Esordio Gianluca Gaetano. foto SpazioNapoli.it
      Il dramma di Gaetano. La grande gioia per l'esordio in maglia azzurra è condita con la morte della nonna durante la festa per il debutto - 'Gazzetta.it'.

      I fuochi d'artificio devono aver giocato un brutto scherzo alla Signora Carmelina. Si è consumato nella notte seguente alla gara delle 18 di Ferrara del 12 maggio scorso il dramma di Gianluca Gaetano. Un gruppo di amici si era riunito sotto al balcone di nonna Carmelina, a Cimitile in provincia di Napoli. Lo spumante e qualche fuoco d'artificio. La signora è morta stroncata da un malore.

      La parabola di Gaetano. 20 gol in Primavera gli sono valsi l'esordio in Serie A, purtroppo con lacrime. Ancelotti lo ha voluto premiare regalandogli questa manciata di minuti finali nel recupero. Nella gara di Ferrara tra Spal e Napoli finita poi 2 a 1 per i partenopei con le reti di Allan e Mario Rui, Gaetano era entrato al 91' in sostituzione di Callejon.

      Le parole di Gaetano sul suo profilo Instagram. "Ricordo quando dovevi farmi le siringhe per curarmi, avevo paura, ma con la tua dolcezza con la tua mano ferma mi rassicuravi,mi facevi stare tranquillo, ricordo che quando facevo un po’ tardi mi aspettavi fuori al balcone e mi dicevi "tu sei l’ultimo a tornare" ti rispondevo di no ma tu non andavi a dormire aspettavi i miei fratelli e tuo figlio per assicurarti che tutti tornavano che tutti dormivano.
      Mi hai visto fare l’esordio ma io non sono riuscito a vederti per l’ultima volta, io ti ringrazio di tutto di tutte le belle cose fatte insieme delle cene di Natale di tutti i compleanni.
      Mamma mia, nonna che pizza che facevi nel forno, che pastiera di maccheroni, che sprolunge di pasta con il pesto e pomodoro, compravi il pesto ai funghi mamma mia che belle cose. Tu rimarrai con me, rimarrai nel mio cuore.
      Adesso non posso più bussarti la sera quando faccio un po’ tardi, dovrò farmi le chiavi perché avevo te che mi aspettavi.
      Ricordo che ogni lunedì stavo da te perché mamma e papà uscivano, io avevo paura di stare solo giù a casa nel buio e mi facevi salire facendomi stare su da te, sulla poltrona comoda e tu ti mettevi sulla sedia scomoda ma non te ne fregava perché volevi che io stavo bene volevi che stavo comodo a riposare.
      Che ne sanno gli altri, che NONNA SPECIALE.
      Grazie di tutti questi anni, mi dispiace non averti visto per l’ultima volta e non aver potuto abbracciarti forte.
      Ti voglio bene nonna, riposa in pace ,sarai sempre con me .. Nel mio cuore
      ❤️"


      di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

      sabato 11 maggio 2019

      Anytime Fitness. Palestre H24


      Anytime Fitness. Palestre H24
      Anytime Fitness è un franchising internazionale che sta riscuotendo grande successo. Un format che rende le palestre accessibili H24. Le abbiamo visitate.

      Le palestre Anytime Fitness sono aperte 24h al giorno. Probabilmente questo è uno degli ingredienti che più sta piacendo al pubblico italiano. Il format è di origine USA e sta conquistando i vari continenti già dal 2002. Quindi la possibilità di organizzarsi in orari diversi da quelli d'ufficio, sembra piacere un po' ovunque nel mondo. Ad oggi, infatti, sono 4.000 le palestre aperte in 50 paesi diversi con 4 milioni di clienti attivi e un fatturato di 1,45 miliardi di $. Il quartier generale e sede centrale è a Woodbury, Minnesota. I fondatori sono Jeff Clinger, Dave Mortensen e Chuck Runyon. Quest'ultimo dal 2010 è anche CEO dell'azienda.

      I fattori chiave del successo. Le palestre, soprattutto quelle in franchising, da anni rappresentano un business molto proficuo - come dice Campitelli a 'Businesscommunity.it'. Diego Campitelli ha aperto la prima paletra Anytime Fitness d'Italia a Roma nel maggio 2016 e in poco tempo è arrivato a 10 palestre tra Lazio, Emilia Romagna e Lombardia. Uno degli elementi chiave è proprio la gestione operativa. Essendo che la maggior parte di chi si getta in questo business viene da altri settori. Campitelli stesso dice di essere rientrato nell'investimento già del 30% in 3 anni. La qualità delle palestre è medio-alta. Le cifre di cui si parla sono di 40.000 Euro per le attrezzature e spese iniziali con 150.000 Euro di liquidità che bisognerebbe avere sul conto. Ovviamente, c'è la possibilità di finanziamento. 190.000 Euro è, comunque, la disponibilità iniziale consigliata per l'avvio dell'attività.

      Design e organizzazione. Questi sono gli elementi che, probabilmente, fanno la differenza. Gli spazi richiesti devono essere di almeno 400mq, possibilmente in open-space, con ampie vetrate su strada e possibilità di parcheggio adiacente. Le attrezzature sono fornite con prezzi accessibili dal partner Precor. Il team di lavoro, se il titolare della palestra è d'accordo, è creato da Anytime Fitness Italia stessa. Lezioni virtuali in sala aerobica e utilizzo di software di accesso con carte magnetiche permettono l'utilizzo H24 delle palestre. Grazie alla tecnologia di sorveglianza a circuito chiuso, Anytime Fitness è la risposta al cambiamento dei ritmi lavorativi delle persone, con un servizio accessibile e sicuro H24 - 7 giorni su 7C'è anche la possibilità di fare ingressi singoli negli orari in cui c'è il personale di sala

      Le parole dei titolari del franchising. Dal 2016 Domenic Mercuri e Rino Centrella - sentiti da 'Millionaire.it' - hanno iniziato lo sviluppo del franchising nel Paese di cui erano originari i loro famigliari. Domenic è titolare di 15 palestre nel sud dell'Australia, mentre Rino viene dal settore della depurazione dell'acqua. Entrambi sono molto entusiasti di questo nuovo e ambizioso progetto in Italia. Sono i numeri sorprendenti che parlano da soli del successo, ma c'è di più: «Ci posizioniamo tra le catene di palestre low-cost e le “big-box gym”, proponendoci come alternativa vincente alla classica struttura sotto casa: offriamo un ambiente familiare, informale e a prezzi competitivi, con abbonamenti in fascia media di costo, ma con servizi di qualità decisamente superiore, ad esempio per livello di attrezzature disponibili o di privacy negli spogliatoi, grazie alla particolare progettazione degli spazi. E siamo popolari nel mondo perché le nostre palestre sono sempre accessibili, in qualsiasi giorno e ora dell’anno. Inoltre, chi vuole frequentare le altre palestre del network, può farlo senza costi aggiuntivi: nella propria città o in ogni parte del mondo, magari quando si viaggia per lavoro o piacere»

      E - come dice Centrella - l'attenzione verso gli affiliati è costante:«Dal punto di vista operativo, inoltre, siamo sempre al fianco degli affiliati. Prima, durante e dopo l’apertura della loro palestra: geomarketing per l’individuazione della location migliore, training iniziale e formazione continua, orientamento per la costruzione e gestione del business, manuale di design per un layout conforme agli standard internazionali, finanziamenti agevolati per l’acquisto dei macchinari, consulenza commerciale per il lancio della palestra e la fidelizzazione della clientela, supporto di comunicazione per l’inaugurazione del club e la sua successiva promozione, assistenza di un franchise consultant dedicato. E, con la nostra innovativa piattaforma software, l’affiliato gestisce l’attività ovunque si trovi e quando preferisce, senza doversi recare in palestra quotidianamente: importante per i nostri franchisee (in prevalenza imprenditori, manager o professionisti) che vogliono coniugare la gestione del business con altri impegni lavorativi o con il loro stile di vita».

      La mia esperienzaDevo dire che sono stato a un'evento di presentazione del Franchising Anytime Fitness e ho anche avuto modo di scambiare qualche battuta con Domenic Mercuri, uno dei titolari del progetto italiano. Quello che dicono è vero, mi sembra ci sia trasparenza. Ovviamente, come in tutte le famiglie, ci sono aspetti positivi e altri meno. Ciò che non deve mai mancare è la comunicazione. Infatti siamo stati accolti con grande attenzione da parte dello staff e ci hanno mostrato le strutture facendo anche una breve presentazione dell'azienda stessa. E offrendo anche un piccolo rinfresco. Ciò che più colpisce è l'apertura completa a tutta la tipologia di pubblico. Non solo al target effettivamente propenso a investire. Anche a coloro i quali hanno semplicemente mostrato interesse verso questa nuova e bella realtà e magari sono solo interessati ad allenarsi nelle palestre del circuito, infatti ti lasciano un pass per accedere in palestra valido 2 settimane. O anche solo a chi è semplicemente curioso e poi, magari, come me scrive una recensione.

      di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

      giovedì 9 maggio 2019

      Ultime Notizie Sport


      ultime notizie sport
      Fotosportnotizie.com è un sito che ti da le ultime notizie di sport e di calcio con linguaggio semplice.

      Notizie sportive calcio dal web a 360 gradi. Le ultime notizie di sport, la società e tutto quanto ruota intorno a questo mondo.

      Qui trovi lo scopo della pagina:




        Ultime notizie Sport. Sempre pronti a raccontare lo sport e la società. Cercando di affrontare anche argomenti apparentemente marginali come turismo, fitness e alimentazione nonché animali.

        di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

        Ultime Notizie Sportive Calcio


        ultime notizie sportive calcio
        FotoSportNotizie.com è il sito che parla di Sport a 360 gradi. Offrendoti le ultime notizie sportive di calcio raccolte scandagliando il web a 360°.

        Un sito che ti da ciò che mancava. Sport e calcio visti da tutte le angolature. Ultime Notizie sportive calcio e società. Un mix di freschezza andando a leggere il web e proponendoti notizie in una sorta di puzzle virtuale ricavato nella rete facendo riferimento alle poche fonti autorevoli.

        Qui trovi lo scopo della pagina:




          Altri temi. All'interno di questo vasto repertorio non manca lo spazio per il fitness, l'alimentazione e il mondo animale nonché il turismo.

          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          lunedì 6 maggio 2019

          Bomba artigianale nella sede degli Irriducibili.


          foto: IlMessaggero.it
          Diabolik: "Movente politico. Se vogliono tornare al clima degli Anni 70 siamo pronti" - 'IlMessaggero.it'.

          E' stata rilevata questa mattina l'esplosione di un ordigno nella sede degli Irriducibili. L'ordigno sarebbe stato fatto esplodere nella notte. Gli agenti del Commissariato Appio hanno riscontrato pezzi di plastica derivanti dall'esplosione. Insieme con l'annerimento della serranda stessa. Alcuni abitanti nei pressi di via Amulio in zona Colli Albani - Appia, avrebbero accusato il forte boato nella notte.

          Le parole di Diabolik. Sentito da AdnKronos per il leader della tifoseria biancoceleste non ci sono dubbi. Ci sarebbero motivazioni politiche riconducibili al recente striscione inneggiante a Benito Mussolini di Corso Buenos Aires a Milano. Fabrizio Piscitelli commentando la bomba «alla crema», così chiama l'ordigno fatto esplodere , è fermo e deciso nelle sue dichiarazioni. 

          "Se vogliono tornare al terrorismo degli anni '70, a quel clima, noi siamo pronti. Anzi, io non vedo l'ora e di certo non ci tiriamo indietro. «Siamo abituati a peggio - dice Piscitelli - paura mai, per carità; è chi ha messo la bomba che ha dimostrato di aver paura. È un atto vigliacco, fatto di notte: avrebbero potuto ferire chi dorme nei paraggi, in strada. Sanno dove stiamo, sanno dove abito e sanno bene che al di là di quella saracinesca c'è una associazione che si occupa del sociale, dove non si fa politica. Noi andiamo allo stadio, fine. Poi, certo, siamo fascisti, gli ultimi fascisti di Roma, e non rinneghiamo nulla. Se andiamo per logica - spiega Diabolik - quanto accaduto si può ricondurre a quella situazione (lo striscione su Mussolini esposto a corso Buenos Aires il 25 aprile scorso ndr) ma a quel punto, ripeto, non ci tiriamo indietro»

          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          domenica 5 maggio 2019

          Tottenham, il nuovo stadio che fa cori "fake"


          foto: Ilsole24Ore
          Il nuovo stadio è attivo da circa 1 mese. Un'impianto capace di generare ricavi per 800 mila sterline. - 'Sky sport'

          Molta la tecnologia. C'è anche la possibilità di produrre cori preregistrati. Lo fa notare un tifoso che ha registrato e postato su twitter il coro "Come on Spurs". Infatti in quel momento lo stadio era vuoto. L'autore del filmato scarcastico:"Sapevo che i tifosi del Tottenham non potevano essere così rumorosi". Una questione che, come riporta 'Marca', era stata evidenziata già in un altro video, realizzato in precedenza da un tifoso del West Ham.

          Tempi duri per gli Spurs. Dopo le due sconfitte consecutive nello stadio di casa nell'arco di 72 ore, prima contro il West Ham in Premier League e poi contro l'Ajax nella semifinale di andata di Champion's League, il Tottenham deve fare i conti con l'incessante sfottò dei vicini rivali. Non è la prima volta che gli Spurs vengono additati come smanettoni dell'impianto audio. Si ha notizia di situazioni simili anche nel periodo in cui la squadra giocava al Wembley. In quell'occasione il club avrebbe dato vita a un’atmosfera artificiale con battito di tamburi sempre attraverso gli altoparlanti dello stadio.

          Ecco il video..



          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          venerdì 26 aprile 2019

          Ecco l'dentikit di Dani Ceballos. Il possibile sostituto di Milinkovic.


          Foto: Ilovepalermocalciol.it
          Già da tempo nel mirino di top club italiani. Lazio e Real Madrid stanno discutendo il possibile scambio con Milinkovic.

          La stagione corrente potrebbe essere l'ultima per "Sergione" Milinkovic. Molti i club sulle sue orme. Tra cui il Real Madrid alla ricerca di un centrocampista offensivo di peso. Se non dovesse arrivare Pogba da Manchester, l'opzione Milinkovic resta molto più che un'idea.

          Dani Ceballos. Passato ai "Blancos" nel 2017 dal Betis di Siviglia, in Andalusia aveva fatto grandi cose. Rapidità, dribbling, tecnica queste le caratteristiche di un centrocampista che sa giocare di prima e con il vizio del gol. A Madrid con Zidane non ha trovato grandi consensi e chiede più spazio, anche altrove.

          La Lazio. In casa Lazio per la prossima stagione si pensa a una riorganizzazione più o meno radicale. Di fatto la formazione biancoceleste con i vari Alberto, Correa, Leiva e compagnia ha già impostato una fase di possesso palla molto avvolgente e incalzante. Ceballos o un giocatore con le sue caratteristiche potrebbe essere un'opzione interessante per la fase offensiva.




          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          mercoledì 24 aprile 2019

          Tifosi, tutti in carrozza si parte. Riecco i treni speciali.


          Treno speciale anni '80. Sicilia. Foto: http://a-f-s.forumattivo.com
          Con la gara di Coppa Italia, tra Atalanta e Fiorentina, di domani sera ecco il ritorno del "Treno speciale". Il Sindaco di Firenze Nardella:"Credo sia davvero una bella conquista".

          Torna il calcio "romantico". Tornano le grandi comitive unite dalla passione in comune, quella per il calcio e per la propria squadra. Saranno i tifosi della Viola ad inaugurare il "revival" in occasione della gara allo Stadio Azzurri d'Italia valevole per la gara di ritorno della Semifinale di Coppa Italia 2019. “È molto più controllabile un gruppo di mille tifosi identificabili, che hanno acquistato con un documento il biglietto del treno, piuttosto che cento automobili in viaggio”, aveva detto il Ministro dell'Interno Salvini in una riunione sull’ordine pubblico negli stadi, due settimane dopo le violenze di Inter-Napoli del 26 dicembre, quando morì il tifoso Daniele - “Dede” - Belardinelli.

          Troppe le tragedie. L'apice e il fondo del nostro movimento Ultras si registrò con la tragedia di Salerno di fine maggio '99. Durante il viaggio di ritorno dei tifosi partenopei da Piacenza morirono quattro persone nell’incendio provocato dai tifosi amaranto stessi, proprio nella galleria di Santa Lucia a pochi Km da casa. L’episodio segnò il mondo del calcio e cambiò quel modo di organizzare i viaggi di massa dei tifosi. Lo stop ai treni speciali dei tifosi arrivò proprio nei giorni seguenti il tragico evento e durante il Governo D’Alema con provvedimento a firma degli allora ministri Rosa Russo Jervolino e Tiziano Treu.

          Cultura Ultras. A torto o ragione il movimento Ultras italiano ha però tracciato la strada per gran parte della cultura europea e non solo. E sono tanti quelli che rimpiangono tempi in cui il piacere era anche quello di sentire, appartenere e condividere con gli altri l'amore sfrenato per la propria squadra e per il gioco del calcio, totem e religione moderna. Chi non ricorda il film cult "Ultrà" ritratto di una cultura e una società assolutamente diversa da quella di oggi, che però resta sempre fonte di ispirazione. "Purtroppo in passato, ci sono stati incidenti, ma io - dice il Sindaco di Firenze Nardella - ho trovato nella tifoseria viola un grande senso di responsabilità, un desiderio di organizzare questo treno. Spero che sia anche un’occasione per unire di più il tifo per questa sfida che è molto difficile ma per noi vitale. Io sarò alla stazione di Campo di Marte, alla partenza, per abbracciare i tifosi”, ha sottolineato il Sindaco di Firenze.

          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          martedì 26 marzo 2019

          Fitness, alimentazione e dimagrimento. Ti do qualche dritta.


          Sfatando qualche mito, ecco alcune linee guida su cui muoversi per impostare un programma di allenamento e dimagrimento. 

          Qualunque sia il tuo obiettivo, allenamento e alimentazione vanno di pari passo. Anzi oggi, nell'ambiente scientifico, l'attenzione si sposta sempre di più verso l'alimentazione. E' fuori discussione che le cellule del nostro corpo necessitano di essere alimentate. E la qualità e la varietà dell'alimentazione fanno sicuramente la differenza. Ovviamente rispettando le quantità e gli equilibri necessari. D'altro canto non esiste forma fisica senza allenamento e lavoro. E soprattutto al fine di impiantare un metabolismo cellulare che a riposo sia attivo e consumi energie è di vitale importanza l'attività fisica. E anaerobica contro resistenza per l'adattamento cellulare e il lavoro aerobico per una vascolarizzazione del muscolo efficiente. Tutto ciò in funzione di una maggiore spesa energetica proprio a livello cellulare.
          Ma che è il metabolismo? Il metabolismo sono i complicati processi e catene chimiche e di trasformazione e di creazione di energia all'interno del nostro organismo. Un vero e proprio universo.

          Alimentazione. A dire il vero sono tante le leggende metropolitane in relazione ad alimentazione e dimagrimento. E a periodi alterni sono anche numerose le mode alimentari che si susseguono. La verità è che il nostro organismo ha bisogno in modo equilibrato di tutti i gruppi alimentari durante la giornata. Dando priorità agli alimenti di origine vegetale. Ovvero quelli provenienti dal primo gruppo (frutta e ortaggi con funzione prevalentemente regolatrice). Del secondo gruppo (cereali e derivati, tuberi, con funzione prevalentemente energetica). Del terzo (latte e derivati, con funzione fondamentalmente plastica). Del quarto ( carne, pesce, uova e legumi, con funzione plastica). E del quinto gruppo alimentare (grassi e oli da condimento, con funzione prevalentemente energetica). Posto che all'interno di ogni gruppo vi possono essere differenze notevoli. Ad esempio carne e pesce sono differenti dal punto di vista lipidico e proteico.
          E poi basta con questo fatto che per fare massa devi mangiare le bistecche! Certo ti aiuta. Quello lo devi fare sempre. Anche una bella fettina panata, ogni tanto, non ci sta male. Se è per questo :)

          Allenamento. E' diffusamente approvato che svolgere una vita attiva, possibilmente già dalla giovane età, crea un metabolismo vorace e che brucia energie. Questo deve essere l'obiettivo primario di un allenamento volto alla forma fisica e alla perdita di peso. E deve essere quindi un'abitudine, una bella abitudine che ci accompagni durante la settimana. Evitare pratiche monotone è importante perché finiranno con molta probabilità in soffitta. Quindi si alle attività che ci da piacere svolgere. E agli allenamenti per circuito con esercizi il più possibile diversificati. In cui andare a sollecitare tutti i gruppi muscolari, e contro resistenza e in modo aerobico (10-15 min riscaldamento, parte centrale, 10-15 min defaticamento). Le serie minime sono 5 e le ripetizioni ottimali sono dalle 8 alle 12-14 (anche fino a 20-25 l'importante è stare al limite del cedimento muscolare) in funzione del vostro massimale (recupero 1:1 / 1:2 per forza, recuperi incompleti per ipertrofia nel caso di esercizi con pesi in palestra). Senza esagerare, anche la corretta esecuzione del gesto tecnico è importante. E poi la frequenza dell'allenamento, forse la cosa più importante. Con meno di tre sedute a settimana da 1-2 h non riesci a instillare nessuna modifica cellulare. E riguardo l'intensità deve essere alta, questo sicuramente.
          Se invece voglio fare esercizio fisico e perdere peso il giorno stesso mi dovrò affidare alla maratona e quindi al meccanismo aerobico prolungato nel tempo andando a incidere sulle riserve di grasso.

          Un ottimo test per capire se l'allenamento produrrà adattamento è la presenza dei dolori muscolari del giorno dopo. Significa che si stanno innescando meccanismi di super-compensazione.

          Dimagrimento. Se digiuni dimagrisci. Questo è ovvio. Ovvero creare un deficit calorico impone all'organismo la ricerca di energia nelle riserve lipidiche. Anche se le variabili sono numerose. E il nostro sistema endocrino è davvero molto complicato e soggettivo. E il c.d. effetto yo-yo è dietro l'angolo. Perché se non mangiamo andiamo a insistere sul metabolismo. Il quale tende ad adattarsi e prendere contromisure. Ovvero impara a consumare meno energia a riposo. Il risultato è che le sostanze in surplus vengono trasformate in grasso.
          Quindi allenarsi e condurre una vita attiva non serve solo a dimagrire nell'immediato e creare un deficit calorico. Serve soprattutto a modificare il metabolismo in modo che richieda una quantità maggiore di energie a riposo.
          Dunque vanno posti obiettivi a medio lungo termine. Obiettivi che avranno così una garanzia di solidità e permanenza nel tempo. E dimenticati le pillole magiche! Ci sono sicuramente sul mercato prodotti importanti, ma sono sempre ritrovati che completano un processo e un trattamento che non può essere solo farmacologico. Questo penso sia valido per qualsiasi problematica.


          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          giovedì 21 marzo 2019

          Beach Soccer 2019. Si parte con importanti novità


          Foto: beachsoccer.lnd.it
          Tutto pronto per la nuova stagione. Con una formula nuova - fonte: LND.

          La stagione Beach Soccer 2019 inizia. La Serie A sarà strutturata su doppia Poule. Poule Scudetto e Poule Promozione. Nella prima le 10 migliori piazzate l'anno passato di cui 2 decisi dalla graduatoria che tiene conto dei risultati delle ultime 4 stagioni. Nella Poule Promozione ci saranno sempre 10 formazioni, tutte quelle che hanno diritto alla Serie A. L'ultima classificata retrocederà in Serie B.

          Le tappe. Saranno 6 le tappe. Strutturate sia per singola Poule che per entrambe. E tenendo conto anche degli appuntamenti Supercoppa e Final 8: il torneo a cui accedono le prime otto classificate della Poule Scudetto e in cui si  assegna il massimo trofeo nazionale.

          La graduatoria. 1 Catania, 2 Sambenedettese, 3 Viareggio, 4 Terracina, 5 Pisa, 6 Lazio, 7 Ecosistem Catanzaro, 8 Canalicchio, 9 Napoli, 10 Palazzolo, 11 Lamezia Terme, 12 NoName Nettuno, 13 Sicilia BS, 14 Romagna, 15 Unione Bragno, 16 Vastese, 17 Brescia, 18 Genova, 19 Bari, 20 Villasimius.

          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

          domenica 17 marzo 2019

          Serie A. Lazio - Parma 4:1. Crociati in gita turistica.


          Con i gol di Marusic, Alberto e Lulic la Lazio porta a casa 3 punti e continua nel sogno Champions.

          Una piacevole domenica di calcio all'Olimpico. Davanti a un'ottima cornice di pubblico e in una giornata di sole che annuncia l'entrata della primavera, la Lazio ha ragione dei crociati in 20 minuti. Già alla fine della prima frazione di gioco i biancocelesti sono di 4 lunghezze avanti. Una gara che, quindi, dal punto di vista tecnico-tattico non da grandi elementi di dibattito. Il Parma è remissivo e sembra quasi in gita turistica all'Olimpico.

          La gara. La Lazio entra in campo determinata, sa che non può più sbagliare. Il Parma è troppo basso e la Lazio intelaia fitta rete di passaggi. Sulla destra Marusic spinge tanto. Al 21' ecco il vantaggio del giocatore montenegrino che alla terza incursione la mette nel sacco. Alberto, oggi in grande spolvero, non si fa pregare e prima dal dischetto, poi con un destro chirurgico dal limite fa 3. Il sigillo prima di andare negli spogliatoi è di Lulic, per il momentaneo 4 a 0, sempre su assist dello spagnolo.
          Nella ripresa il match non ha più molto da dire. Allora, passati i classici 10-15 minuti, ecco i primi cambi. Mr D'aversa mette forze fresche in attacco. Inzaghi da minutaggio a NetoCataldi e Durmisi. Il Parma al 77' fa gol sfruttando una disattenzione dei padroni di casa grazie all'ex Sprocati che aveva precedentemente rilevato Biabiany

          Le parole di Inzaghi a fine gara ai microfoni di Lazio Style. "Le domeniche sono una diversa dall’altra, nella scorsa giornata avevamo espresso un gran gioco, ma non avevamo raccolto il bottino pieno nella sfida contro la Fiorentina. Ora ci saranno undici partite da giocare e 33 punti a disposizione, bisognerà dare il massimo. Sono contento per Marusic e Lulic e di tutti quanti, oggi abbiamo fatto diventare semplice quello che non lo era. Di fronte avevamo un Parma che fa delle ripartenze la sua arma migliore con Gervinho, Biabiany ed è una squadra organizzata, siamo stati bravi".

          di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)