Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

sabato 28 febbraio 2015

Calcio. Arte. Zanetti capitano d’ Argentina | Foto Sport Notizie

foto: nexodigital.com



In diretta dall’ Headquarters Pirelli di Milano la serata è stata divisa in due parti. Presentata da Alessandro Cattelan speaker di Radio Dj e da Javier Zanetti stesso, 4 Presidenti dell’ Inter e 4 suoi compagni di squadra si sono alternati sul palco per introdurre il personaggio Zanetti. A seguire la proiezione del docu-film "Javier Zanetti. Capitano da Buenos Aires" di Carlo A. Sigon e Simone Scafidi.

Il film è stato realizzato sulla base del libro di Albino Guàron. Lo scrittore e poeta cieco, dalla sua casa in Patagonia e avvolto in un alone di mistero, interpreta il narratore della "straordinaria" parabola del "Pupi": «Sarebbe troppo facile» dice all’inizio del documentario «occuparsi di Maradona. Più difficile parlare di Zanetti, della normalità. La normalità è affascinante perché è complessa». 

L’appassionante cavalcata parte dall’infanzia di Javier, e si muove su 17 capitoli e fa assolutamente perno sui numeri. In particolare sul 4 e sul 5, numeri cari al campione neroazzurro, perché ricordano l’orario delle alzatacce per consegnare il latte o il giorno del fatidico 2002 quando a Roma contro la Lazio l’ Inter perse lo scudetto. Nel caso del 5 però è diventato anche un numero fortunato perché ricorda le vittorie di Mancini e il triplete di Mourinho. Stesso discorso per il 4, il numero di maglia che ha accompagnato Zanetti in tutto il suo percorso. Sono proprio le testimonianze dei numerosi personaggi celebri che conducono lo spettatore fuori e dentro il racconto. Insieme agli “highlights” che i tifosi dell’ Inter rivedrebbero all’infinito. E fino ad arrivare alle lacrime “forzate” di Josè Mourinho mentre parla del trionfale 2010.
«Ho cercato di raccontare la normalità, ma forse Zanetti non è proprio una persona normale» - conclude la voce narrante di Albino Guàron.



di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento