Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

domenica 16 agosto 2015

Società. Roma. Ecco di chi è il “piede mozzato” | Foto Sport Notizie


La vittima era un ultrà laziale. Continuano però le indagini per conoscere il movente dell’omicidio.

E’ stato riconosciuta la vittima del macabro omicidio di cui oggetto il ritrovamento del piede mozzato - in acqua da circa 48 ore. In cui si è imbattuto il pescatore nella giornata di martedì. Quando si apprestava ad iniziare la sua battuta di pesca nel fiume Aniene. Come riporta ’La Repubblica.it’, si tratterebbe dell’arto di Gabriele Di Ponto, noto alla giustizia per una vita passata fuori e dentro il carcere tra rapine, droga e violenza. Ultimamente coinvolto in una torbida vicenda giudiziaria di estorsioni e rapine violente in banche ed esercizi commerciali.

Di lui gli inquirenti ricordano il colpo che mise a segno in via delle Cave nel 1997. Assieme a un complice minorenne quando si travestì da Arlecchino. Nei vari colpi che mise a segno si presentò anche armato di accetta, o di motosega. Lo strumento con cui forse è stato giustiziato. Il 36enne ucciso e fatto a pezzi era un tifoso della Lazio, fedelissimo della Curva Nord, aveva tatuaggi su tutto il corpo come "SS Lazio Irriducibili della Curva Nord" o "Oggi è un bel giorno per morire", oltre al pupazzetto di Mister Erik

Sono stati proprio i tatuaggi a permettere il riconoscimento da parte della Squadra Mobile romana, che ha immediatamente controllato tra le denunce di sparizioni. “Io una persona così cattiva non l’ho mai vista” - commenta il suocero - “Ho capito subito che era pericoloso. Avevamo denunciato la scomparsa di Gabriele nei giorni scorsi. Era uscito con il suo scooter lunedì per andare ad un appuntamento – hanno raccontato i parenti dell' uomo alla polizia – speriamo che non sia lui". Non è al momento però noto il motivo del macabro attentato. Si ipotizza un regolamento di conti o mancate spartizioni di bottini. Forse all'interno di rapporti con la mafia balcanica e/o popolazioni Rom non nuove ad esecuzioni del genere. Le indagini continuano e presto si arriverà al motivo dell'omicidio.

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento