Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

giovedì 22 ottobre 2015

Calcio. Lazio. Pioli: “In Europa per vincere” | Foto Sport Notizie



foto: mondobiancoceleste.blogspot.com
Nella conferenza di presentazione della gara di Europa League contro il Rosenborg parla il mister biancoceleste Stefano Pioli accompagnato da Miro Klose che parla del suo futuro: “Mi piacerebbe fare l’allenatore, deciderò a Natale, ci metto due giorni”.

Si inizia subito a parlare dell’ultimo impegno in campionato che ha visto la Lazio uscire sconfitta dal Mapei Stadium contro il Sassuolo non senza polemiche. ”Siamo arrabbiati per il risultato – dice Pioli - che non era quello che volevamo. Non per la prestazione che comunque non è stata la migliore. L’abbiamo analizzata. E già da domani sera ci aspettiamo dei miglioramenti”.

Si parla delle possibili formazioni, ma come al solito il tecnico biancoceleste è molto abbottonato: “E’ una partita importante e vogliamo passare il turno. E vincere domani ci darà una spinta in più. Le scelte le devo ancora fare e riguardo Morrison sarà uno dei convocati. Qualche cambiamento ci sarà di sicuro. Ma è altrettanto vero che domani per noi sarà una partita molto importante per il nostro futuro in Europa. E quindi sicuramente la formazione che scenderà in campo sarà quella più competitiva. Il Rosenborg è una squadra ben organizzata e propositiva. E’ una squadra che va affrontata con attenzione. E’ chiaro che vogliamo fare noi la gara e che vogliamo giocare da Lazio. Sugli indisponibili Biglia e Parolo il loro rientro è previsto per domenica. Kishna e Marchetti invece penso saranno convocabili.”

Poi interviene Klose che viene subito interrogato dai giornalisti presenti. Si inizia parlando della condizione fisica dopo l’infortunio e sul suo futuro: “Sto bene, sto migliorando mi servono ancora 1-2 partite poi vedremo. Ma l’importante è che non sento dolore. Quello è l’importante. Sul mio futuro. Chi mi conosce sa che quando faccio una decisione sa che non torno più indietro. E riguardo alla Nazionale il ricordo del 13/07/2014 la mia ultima apparizione quando abbiamo alzato la Coppa del Mondo al cielo. Per me è sufficiente. In Nazionale ci sono tanti talenti che possono fare anche meglio di me. L’anno in corso invece che non è partito bene come l’altr’anno sono certo che come l’anno scorso può fare molto bene. Se l’anno prossimo giocherò ancora o farò l’allenatore? A Natale con calma lo deciderò in 2 giorni”.

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento