Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

martedì 18 agosto 2015

Società. Aggiornamenti caso "piede mozzato" | Foto Sport Notizie


Nella storia di Gabriele Di Ponto, c’è un vuoto nei 15 giorni precedenti alla morte. Si indaga sui tabulati telefonici. Decisivi i post su Facebook.

Si inizia a fare chiarezza sull’omicidio dell’ultrà biancoceleste. Il cui piede mozzato è stato ritrovato a galleggiare sulla riva dell’Aniene l’11 agosto. Ma la famiglia aveva denunciato la sua scomparsa a metà dell’ultima settimana di luglio. L’ultima traccia lasciata è quella del 24 luglio quando pubblica sul proprio profilo Facebook alcuni post con evidenti riferimenti al carcere: «Buongiorno a chi sta carcerato» piuttosto che «Meglio in cella, in silenzio che a fare l’infame». Dopo di che il silenzio. Sintomo che deve essergli successo qualcosa.

Nel suo appartamento a La Rustica dove viveva, la Polizia non ha trovato indizi di rilievo. Gli inquirenti sono in attesa dei tabulati telefonici da cui si potrà capire con chi ha parlato in quei 15 giorni. O perlomeno quali erano i contatti, le frequentazioni e i nomi delle persone che ha incontrato prima di morire. Le ipotesi che si fanno per spiegare l’assenza è che sia stato rapito e poi ucciso. O che si era nascosto perché temeva per la vita.

Potrebbe in effetti essere stato implicato nelle sparatorie che negli ultimi mesi hanno avuto teatro a San Basilio. Dove Di Ponto faceva affari: soprattutto droga. E’ certo peraltro che la morte non è avvenuta sul luogo del ritrovamento. E poi è stata nascosta la salma oppure ferito è stato sequestrato e nascosto e poi successivamente ucciso definitivamente e tagliato a pezzi con la motosega. Per i tempi del decesso si attende l’esame del dna. Comunque sull’identità della vittima la Mobile ha pochi dubbi. Chi ha ucciso invece potrebbe essere una vittima dei suoi loschi affari. E probabilmente non voleva far ritrovare i resti del macabro macello della salma. Ma non ha pensato all’imprevisto. (il messaggero)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento