Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

sabato 10 ottobre 2015

Calcio. Stop per Biglia. Pronta operazione 2020 | Foto Sport Notizie



foto: zimbio.com
Un problema muscolare accusato dopo la gara contro l’Ecuador ha imposto a Lucas Biglia uno stop. Pioli spera non sia nulla di grave. Intanto con l’agente Montepaone la società sta preparando la piattaforma per arrivare a un accordo.

Non solo la sconfitta contro l'Ecuador. L'Argentina deve fare i conti anche con il bollettino medico. Tra gli infortunati, purtroppo, c'è anche Lucas Biglia. Il centrocampista biancoceleste è rimasto in campo per 90 minuti, ma al termine del match ha accusato un fastidio muscolare nella regionale inguinale sinistra. Come riporta l'account Twitter dell’ AFA (la Federazione argentina) , domani Biglia si sottoporrà a degli esami strumentali. ‘El Prinicipito’ dovrebbe comunque rientrare subito a Roma.


Tutto ciò mentre si avvicinano giorni importanti per il rinnovo. Il contatto c’è stato, e l’incontro tra la Lazio e il suo manager è fissato per la prossima settimana. Enzo Montepaone e la società si confronteranno. Il contratto è pronto da tempo. E’ un accordo da 2,5 milioni l’anno sino al 2020, la cifra è comprensiva di bonus. Ci sono i margini per arrivare a un accordo. A Biglia, forse più che maxiprolungamento interessa l’offerta economica. Biglia da parte sua ha una forza contrattuale importante essendo vicecampione del Mondo e d’America, è diventato capitano della Lazio, è leader e rappresenta il cuore del gioco biancoceleste. Sarà il mercato a indirizzare la contrattazione.

La Lazio è comunque ottimista. E’ un Biglia che ha voglia di fare bene e di vincere, è meno criptico e misterioso quando si confessa. Dopo il match con l’Hellas non ha lasciato dubbi: «Io voglio fare bene con questa maglia». E’ il momento di stringere, è un’occasione da prendere al volo. Verrà probabilmente messo sui livelli retributivi di Klose e Candreva, i più pagati dello spogliatoio. Tra l’altro ‘El Principito’ compirà 30 anni a gennaio ed è nel pieno del suo splendore. Se si trova bene potrebbe anche mettere la questione economica da parte. E rifiutare i corteggiamenti di club come Real Madrid e Manchester United. Alla Lazio serve gente così, sereno, sorridente, concentrato e motivato. Persone in grado di prendersi le responsabilità: parlare poco, agire e prendere decisioni in modo rapido. (Corriere dello Sport)

di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento