Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

lunedì 13 febbraio 2017

Serie A TIM. Lazio - Milan 1 : 1. Inzaghi: "Serviva maggiore cattiveria"


Foto: calciomercato.com
Rete di Biglia(L) su rigore al 45'+2 del primo tempo e di Suso(M) al 40' del secondo tempo.

"Serviva maggiore cattiveria per vincere contro questo Milan. Dispiace perché quando produci 25 palle gol e prestazioni come queste bisogna concretizzare. Sono comunque orgoglioso di questa squadra. Le altre davanti corrono dobbiamo essere più determinanti e convinti. Donnarumma si è superato, non mi ricordo per contro grandi interventi di Strakosha. C'è rammarico, ma c'è anche fiducia per il futuro" - dice Inzaghi a 'SportMediaset'.
"Sento come se fosse stata una sconfitta. Abbiamo dominato con tantissime occasioni ma non abbiamo chiuso la partita, e alla fine hanno pareggiato. Ci manca il gol: non è che non ci siano state occasioni. Loro hanno fatto due tiri e un gol. Donnarumma ha fatto i miracoli. Purtroppo il calcio è così. Suso è riuscito a girare tra due giocatori e a tirare velocissimo. Europa? Ci saranno altre partite, torneremo a lavorare in settimana" - dice Stefan de Vrij, ai cronisti de 'LaLazioSiamoNoi.it' presenti in zona mista,

Una Lazio sciupona che crea tanto senza raccogliere i frutti. Contro un Milan concreto e attento, in attesa del momento giusto per colpire. Migliore in campo sicuramente Donnarumma che chiude la via del gol agli avanti biancocelesti. E limita i danni per 90'. I padroni di casa impongono ritmi impressionati creando grandi volumi di gioco soprattutto nel primo tempo.

Una Lazio che deve aspettare addirittura il 45'+2 per mettere a referto il gol. Palla  dentro per Immobile che tra tre uomini supera il portiere e viene messo giù. E' Biglia a trasformare il rigore del momentaneo vantaggio. Nella seconda frazione i ritmi sono fisiologicamente inferiori. Il Milan è guardingo e lascia attaccare i padroni di casa che scorrazzano per le praterie senza la necessaria determinazione per trovare il match-point. Ci pensa Suso all'82: rapido gioco di gambe in mezzo alla difesa biancoceleste e sinistro a effetto su cui Strakosha non può nullaEcco gli 'highlights':


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento