Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

giovedì 9 marzo 2017

Da Barcellona al Portogallo. Viaggio nella penisola iberica.

Vista di Barcellona dal parco di Gaudì. Foto: Moneyinc.com
Itinerario di viaggio nella Spagna interna. Da Barcellona a Bilbao. Passando per Madrid e Toledo. Fino all’Andalusia e a Granada. Per arrivare a Lisbona e/o a Porto dove i fiumi trovano il mare.

Arrivare in Catalogna non sarà difficile. Le opzioni sono numerose dall’Italia. Potrete scegliere di arrivare a Torino, e proseguire in treno col collegamento diretto. O se volete in aereo. Barcelona, città ricca dove regnano arte e architettura e l’opera di Gaudì, ben distinguibile, ma anche di Picasso, El Greco, ecc. La vita notturna e le c.d. Tapas saranno quasi tappe obbligate, per assaporare i vari prosciutti e formaggi, vini, sangrie e le varie paellas, dove ci potrete trovare tutto e il contrario di tutto. Magari accompagnando con una corrida e del buon flamenco.

Porto, dove sfocia il lungo percorso del Douro.
Dal Mediterraneo di Barcellona ci spostiamo a Bilbao (Pais Basco) rigorosamente di autobus. Regione importante e per i noti movimenti indipendentisti, di cui la Spagna è ricca. E per gli intensi rapporti commerciali da sempre intrattenuti con il Nord Europa e in particolare con l’Inghilterra. Ma soprattutto con il Portogallo stesso e non solo. Infatti a 100Km da Bilbao nasce il fiume Douro, anticamente quasi interamente navigabile, che sfocia a Porto. Dove navigazione e commercio di vino e prodotti della terra sono da sempre centrali nell’economia della regione. Da Bilbao però ci spostiamo a Madrid e poi a Toledo dove passa un’altra importante antica arteria di comunicazione fluviale: il Tejo. Che da parte sua finisce il suo corso a Lisbona. Da sottolineare che i fiumi iberici sono secondi solo ai fiumi mitteleuropei (Volga, Danubio, ecc). Di Madrid e Toledo, la quale dista mezz’ora di macchina dalla capitale, possiamo solo dire che sono tappe ineludibili. Vista l’importanza storica e culturale. Visitare Toledo in particolare, dove la secolare coesistenza tra chiese cattoliche, sinagoghe e moschee lascerà stupefatti.

Toledo, città sorprendente per la secolare integrazione religiosa
Da Toledo andiamo a Granada in Andalusia. Terra di passioni, di flamenco e di tori. Ultimo baluardo spagnolo della c.d. reconquista. Qui la presenza araba è molto forte, e ciò che i califfi regnanti in quel periodo hanno lasciato è davvero sorprendente. Finiamo la nostra gita iberica seguendo il corso del Tejo e andiamo a Lisbona. Dove non contenti dei panorami e delle viste mozzafiato di cui abbiamo goduto fin qui, ci tuffiamo nella capitale del mondo lusofono. Quando ci imbatteremo nel Cristo Re che domina la scena, saremo direttamente proiettati verso Rio de Janeiro.

Il Cristo Re di Lisbona e il Cristo Redentore di Rio de Janeiro


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento