Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

lunedì 20 marzo 2017

La Banca Popolare Cinese frena sulle acquisizioni di club esteri

Sempre più a rischio il ‘closing’ del Milan. Il vice governatore Gongsheng: “Queste operazioni non aiutano il calcio locale, sembra molto più una fuga di capitali”.

Il ‘closing’ del Milan, previsto per il 7 aprile prossimo, continua a trovare problemi. Yonghong Li deve mettere insieme molto denaro. E le difficoltà a reperire il capitale necessario per chiudere la trattativa sono evidenti. Sostanzialmente confermate da Pan Gongsheng, vice governatore della Banca Popolare Cinese: "Nel solo 2016 tante imprese cinesi hanno comprato molte squadre all'estero: ma queste acquisizioni stanno aiutando il calcio cinese a progredire?" - fanno sapere dalla Cina.

Gongsheng non crede ci siano oggettivi vantaggi per il calcio cinese: "Pur avendo molti debiti ad aggravare i loro bilanci, molte aziende cinesi chiedono ingenti prestiti per comprare club esteri ma la verità è che alcune mascherano la fuga di capitali e il trasferimento all'estero delle loro attività con gli invesitmenti diretti".

Come riporta ‘Premiumsporthd.it - si parla anche in modo velato del closing del Milan: "Io mi occupo anche delle fusioni in società di capitali e delle acquisizioni all'estero di società - ha concluso il vice governatore della PBOC - e la mia impressione è che l'intero processo somigli a una rosa di spine, si deve essere prudenti ed avere la dovuta diligenza".

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento