Remax Intemporal II
IMAGE-3 IMAGE-2 IMAGE-5 IMAGE-4 IMAGE-6 IMAGE-7 IMAGE-1

mercoledì 11 marzo 2015

Media. Libri. “Il meraviglioso giuoco” | Foto Sport Notizie

Canottieri d'estate e calciatori d'inverno. Società nautica Pietas Julia Trieste 1886. fotosportnotizie.com

E’ nelle librerie il libro di Enrico Brizzi, che ci porta alle origini del calcio e dei maggiori club. Chiare le origini marinaresche dello sport più amato dagli italiani. Un bel trattato sulle origini del calcio nel periodo 1887 – 1926.

Football & Cricket Club Torino 1887. Canottieri d'estate, calciatori d'inverno. fotosportnotzie.com
E’ il Torino il club da cui tutto ebbe origine. Fù infatti il ragioniere Edoardo Brosio a dargli i natali. Canottiere torinese dipendente e poi socio di una ditta tessile, la Thomas & Adams con sedi a Nottingham, UK. Dalla voglia di emulare i colleghi inglesi che praticavano quel gioco, nasce il Football & Cricket Club Torino, canottaggio d'estate e "football" d'inverno.

Da lì a 6 anni arriva anche la fondazione del Genoa, in questo caso per mano di “gentleman” britannici operanti in società commerciali che gravitano intorno al porto e che organizzano partite tra marinai e “gente di mare”.
Nel 1897 a Torino nasce invece la Juventus, squadra dell’officina ciclistica dei Fratelli Canfari di Corso Umberto 42.
 
Il 1900 è l’anno della Lazio, i cui natali si devono all’iniziativa di Luigi Bigiarelli, podista e nuotatore. Personaggio eroico, bersagliere reduce dalla storica battaglia di Adua in Eritrea, intorno a lui si viene a creare l’ Associazione Podistica Lazio.

Una costola della società dei cugini giallorossi, la Roman si deve invece ad alcuni svizzeri dediti al polo che si riuniscono insieme ad aristocratici locali. Mentre per contro la SSC Napoli la fonda un pizzaiolo dipendente della società di navigazione Cunard Lines. E infine la pluripremiata Pro Vercelli nasce intorno a un gruppo di “carbonai” e montanari di Milano e del Biellese. (SportWeek)


di Foto Sport & Notizie (izerbesi@yahoo.it)

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento