verdericaricabile.it - il numero verde 800 ricaricabile

domenica 17 giugno 2018

#Famostostadio...Il punto della situazione


Pioggia di arresti su società e collaboratori che stavano progettando il nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Mazzette a politici, rischia anche il M5S.

La storia del c.d. 'Nuovo Stadio della Roma' si arricchisce di colpi di scena. I vertici giallorossi sono scioccati dalla vicenda. Peraltro il ds Monchi aveva iniziato una campagna acquisti con nomi altisonanti, sebbene giovani. In ginocchio il Presidente Pallotta che dello Stadio faceva un punto fermo del suo programma. "Se non riesco a fare lo stadio lascio" aveva detto James Pallotta qualche tempo fa alla 'Corriere della Sera'.

Bustarelle al Campidoglio. Quando si calcano certi ambienti non contano i colori politici. Il malaffare ormai è radicato nel sistema politico italiano. E più si va nel dettaglio delle problematiche e quindi nel locale e più si ha a che fare con flussi vivi di denari. Anche perché per realizzare e costruire, difficile si riesca con le sole parole. Fatto sta che ad oggi risulta una lista imponente di indagati. Come riferisce 'Ansa.it' sarebbe il focus si sarebbe spostato sul super-consulente Lanzalone facente capo proprio al M5S. L' ex dirigente dell'Atac stava provando a mettere dentro al progetto sue persone di fiducia. Ci sarebbero anche voci sull'attuale Presidente del Coni. Malagò avrebbe infatti chiesto un posto anche per il cognato.

Corruzione dilagante. Quando ci sono in ballo tanti denari, chi può si fa sotto. E come riporta 'Corriere.it' di ieri però il costruttore Parnasi, probabilmente, perché non vedeva il progetto avanzare, aveva iniziato a estrarre denari. Ci sarebbe anche un patto illecito con il Mibact (il Ministero dei Beni Culturali). Così come ci sono finanziamenti di un fondo facente capo al PD. Insomma, tutti ormai avevano capito l'irrealizzabilità del progetto e si è andati alla conclusione a 'tarallucci e vino'. Ma non si escludono ulteriori colpi di scena.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

venerdì 8 giugno 2018

Lazio, Anderson può uscire. Ecco Acerbi e Wesley.


Foto: Verissimo da calcionews24.com
C'è tanto da fare in casa Lazio per rinforzare l'organico. E puntare la prossima stagione al podio Champion's.

Dagli ultimi sondaggi Felipe Anderson è più lontano dalla Capitale. Destinazione Londra, dove il West Ham avrebbbe pronta la borsa con i 40 milioni chiesti da Lotito. Abbastanza concorde, ormai, l'opinione sul tema. «Tutti si sono sempre aspettati molto da lui - dice Vincenzo D'Amico alla 'Gazzetta dello Sport' - quel tipo di responsabilità l’ho avuta anche io e non è facile gestirla. Per questo forse Felipe ha bisogno di andarsene per trovare nuovi stimoli».

Capitolo Milinkovic. A fronte di vagonate di euro sarà difficile tenerlo a Formello. Per contro la Lazio non si può permettere di privarsi contemporaneamente di giocatori come il serbo e Anderson. Sergej Milinkovic è l'oggetto del desiderio di grandi club come Real Madrid, Manchester United e Psg, tra i pochi a poter sborsare certe cifre. Al giocatore però non dispiacerebbe Torino come destinazione, dove c'è anche il fratello. Oggi, tra l'altro, un suo like sulla frase «Nella Juve che vorrei solo Milinkovic-Savic Sergej» ha scatenato il putiferio social. E, in una situazione di mercato come questa, può avere dei significati. Il giocatore è poi tornato sui suoi passi e ha tolto il 'Mi piace'.

Altre operazioni. Molto vicini all'accordo per Acerbi. Il giocatore del Sassuolo piace molto a Inzaghi che in questo modo inserisce esperienza e affidabilità in un reparto dove, peraltro, mancavano italiani. Nell'operazione potrebbe rientrare Cataldi, che con il neo-tecnico neroverde De Zerbi ha vissuto una discreta esperienza a Benevento l'anno passato. Nel reparto arretrato attenzionato il brasiliano Verissimo del Santos, in caso di partenza di uno tra Bastos e Wallace. Igli Tare inoltre, come noto, monitora costantemente talenti in campionati minori. Per sostituire Anderson, su tutti il nome di Sardar Azmoun. Il calciatore iraniano sarà protagonista in Russia, e sarà un buon momento per testarlo su palcoscenici importanti. Per l’attacco, molto prossima alla chiusura la trattativa per il ventunenne brasiliano Wesley dal Bruges per il ruolo di vice Immobile. Infine un opportunità sarà offerta a Neto e Jordao che, comunque, nella Primavera biancoceleste hanno fatto vedere cose discrete. Ma attenzione anche a Rossi, bomber di razza scuola-Inzaghi.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

venerdì 1 giugno 2018

Sharing Gym, la prima community per la condivisione di spazi Fitness


Sharing Gym è la prima community per la condivisione di spazi e attrezzature Fitness. E per l'organizzazione di incontri di training sia all'aperto che in spazi privati.

Sharing Gym è un progetto di sharing economy nato per l'esigenza di conciliare l'impegno lavorativo con il bisogno di praticare attività fisica. Nel sito, nella sezione Forum / Sharing c'è la possibilità per i privati di : Trovare persone con cui praticare Sport all'aperto - Affittare il proprio spazio fitness che una persone possiede a casa ad altre persone - Noleggiare i propri attrezzi Fitness Ai Trainer o professionisti del settore. C'è anche la possibilità di creare annunci per allenamenti di gruppo , singoli ed eventi .

Software. Appena la Community sarà abbastanza grande verrà lanciata la App , uno strumento divertente e facile da usare che daremo gratuitamente a tutti gli appassionati di Sport ! 

Team. Mirko Bernardi : Ceo - Co - Founder;  Giulia Casula : Marketing - Gestione Sito;  Roberto Piu : Social Media & Event Manager;  Luca Decandia : Editor; Articoli - Fitness;  Filomena Romano : Consulente Legale;  Massimiliano Santoni : Business Development.



di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

domenica 27 maggio 2018

Napoli, con l'arrivo di Ancelotti, è già mercato.


foto: ilroma.net
Con l'arrivo di Ancelotti i 007 del mercato stanno iniziando a fiutare le possibili mosse. Al grande entusiasmo, tipico di una città come Napoli, fa da contraltare il possibile esodo di giocatori cari a Sarri e che lo seguiranno nel Regno Unito.

Non è tutto oro ciò che luccica. Per costruire il Napoli stellare bisognerà lavorare. Ancelotti, se è vero, che ha fatto la lista della spesa e arriveranno giocatori importanti. E' anche vero che molti, allettati da stipendi di lusso, seguiranno Sarri al Chelsea. In particolari sono tre i giocatori che faranno appello alle rispettive clausole risolutive: Hysaj, Albiol e Zielinski.

Antichi dissapori. Nomi che Carlo Ancelotti non vorrebbe andassero via, ne ha già parlato con De Laurentiis. Ma oltre agli ingaggi e al denaro ci sarebbero anche questioni aperte e dissapori mai sedati. I rapporti, stando ai rumors, non sono idilliaci. C'è il caso Reina. I giocatori non hanno dimenticato il trattamento a lui riservato. E non avrebbero neanche apprezzato il fatto che con la squadra in lotta per lo scudetto, il presidente sia sparito. L’arrivo di Ancelotti è un bel segnale dato dalla società. Però bisogna dare tempo affinché si crei nell'ambiente un clima di maggiore serenità.

Top player. I progetti sono importanti. La società e Napoli stessa hanno capito che ci sono, comunque, i margini per coronare il grande Sogno. E come dice l'esperto di calciomercato Gennaro Ciotola a 'AreaNapoli.it' c'è tanta voglia di fare le cose per bene. "Girano tanti nomi ora - dice - In porta arriverà uno tra Rui Patricio, Leno o Areola. Non credo nell'acquisto di Perin. In difesa David Luiz è una suggestione importante. Insieme a Koulibaly formerebbe una coppia difensiva straordinaria. Ingaggio elevato, magari da spalmare su più anni e sconto sul cartellino, visto che Sarri va al Chelsea". Sarebbero, inoltre, già stati fatti sondaggi per Vidal continua Ciotola. Il sacrificio sarebbe Jorginho, giocatore non adatto al 4-2-3-1 di Ancelotti. Il terzo nome su cui si sta ragionando sarebbe Di Maria, un giocatore che farebbe andare la piazza su di giri. Dentro le trattative di 'corridoio' anche Balotelli e Donnarumma che con Insigne fanno parte della scuderia Raiola. Ma il mercato è appena iniziato, tutto può succedere, restiamo in attesa di sviluppi.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

sabato 19 maggio 2018

Torino follia per il Wrestling al PalaAlpitour


foto: spaziowrestling.it
Grande successo al Pala-Alpitour di Torino, ieri sera, per la tappa italiana del WWE. Passaggio anche a Vinovo per i protagonisti del ring per una foto con Dybala e Costa. - 'Gazzetta.it'

Grande accoglienza, ieri sera a Torino, per la WWE. I 12mila del Pala Alpitour di Torino festeggiano per lo show del roster di Raw, impegnato nel tour europeo e arrivato in Italia per questa tappa. Tra concerti, match spettacolari e tanto tanto divertimento, lo show fa impazzire il pubblico. Grande attese per le prossime esibizioni del WWE, che tornerà in Italia il 9 e il 10 novembre prossimi, con le tappe di Bologna e Roma.

Ronda Rousey lascia il segno. Nel suo primo tour europeo in carriera con il circo del Wrestling europeo WWE, l’ex atleta di arti marziali è l'assoluta protagonista. Accoglienza a toni alterni per la lottatrice quando si presenta sullo stage con la maglia della Juventus - non tutti apprezzano, ovviamente. Ronda vince, però, agevolmente il suo match di coppia al fianco di Ember Moon e Natalya. Lasciate al tappeto le altre rivali Ruby Riott, Sarah Logan e Mickie James. Nel "main event" della serata, i tre giganti Roman Reigns, Bobby Lashley e Braun Strowman superano il "team" formato da Sami Zayn, Kevin Owens e Samoa Joe. Soliti 'buu' per il “Big Dog” - Roman Reigns, sempre più osteggiato dal pubblico.

Gita a Vinovo. Prima dell'inizio dello show, alcuni wrestler hanno anche incontrato alcuni giocatori della Juventus, reduci dal settimo titolo consecutivo e pronti alla grande festa scudetto di sabato. Douglas Costa e Dybala (grande fan della disciplina) hanno conosciuto la campionessa femminile Rosey e Jinder Mahal, uno dei volti più conosciuti del wrestling internazionale.


di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

sabato 12 maggio 2018

Sospesa l'asta per i diritti tv. Mediapro contro Sky. Figc contro Coni


foto: calcioefinanza.it
Ancora guerra dei diritti tv del calcio. Sospesa l'asta dei diritti tv per l'anno prossimo.Il gruppo ibero-cinese Mediapro può dettare le regole.

Il Tribunale di Milano ha disposto la sospensione delle operazione per l'assegnazione dei diritti tv. MediaPro, il gruppo spagnolo-cinese - secondo quanto riporta 'Repubblica.it' - starebbe assumendo una posizione dominante. E potrebbe a breve mettere Sky in seconda linea. E sostanzialmente cambiare in qualche modo le regole del gioco. Al momento, i timori sono numerosi. Si parla di prima giornata di campionato solo in radio. Ma la realtà è che le parti, e i vari Presidenti dei club stanno cercando il difficile accordo. Senza peraltro raggiungere un dialogo efficace. Infatti se è vero che alcuni vertici societari hanno interessi, che vanno al di là del calcio. Altri club come Juve, Roma e Sassuolo sono da sempre ostili al cambiamento.

Mediapro spinge per il canale di Lega. Un tema di cui si parla da tempo. Si potrebbe anche immaginare che la produzione televisiva del campionato finisca totalmente nelle mani della Lega. Che così avrebbe maggiore libertà decisionale sulle telecamere e sulla gestione delle stesse. Qualcosa che per esempio potrebbe dare maggior oggettività al VAR. Malagò però è scettico nei confronti dei spagnoli: "Stamattina ho sentito Micciché (presidente di Lega serie A, ndr) e gli avvocati. Ogni giorno che passa faremo di tutto per richiamare Mediapro alle adempienze, con garbo ma ovviamente con rispetto di quelli che sono i dettagli contrattuali. Mediapro ha lasciato intendere di voler aspettare l'esito del ricorso al tribunale di Milano - aggiunge il capo dello sport italiano - ed è giusto che loro pensino di voler attendere la risposta dell'appello, ma credo che qualsiasi persona di buon senso si renda conto che con queste tempistiche si va fuori tempo massimo. E onestamente questo non cambia la sostanza degli adempimenti contrattuali che ci devono essere".

Serio rischio di scontro Figc-Coni. Tutto ciò accade mentre i vertici del calcio italiano sono, da tempo, vacanti. Da più parti si spinge per trovare la quadra prima delle ferie estive. Al momento le componenti del sindacato calciatori, Lega Pro, Lega dilettanti e Aia appoggiano Giancarlo Abete per la presidenza Figc. Nome che Malagò prende con le pinze. E perché la Lega Serie A è stata lasciata ai margini in questo processo decisionale e perché Abete è ormai rivale di Malagò da tempo. Insomma, più si va avanti e più rimandare la soluzione dei problemi irrisolti diventa improrogabile. Ovvio che la situazione di stallo politico e in seno al Coni, ma anche fuori aiuta poco.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

venerdì 4 maggio 2018

Milan, cena a Madrid Mirabelli-Mendes. Tentazione Keita


Sul piatto c'è André Silva, l'ex Porto incerto sul futuro. Gattuso e il Milan su Keita.

Martedì scorso, a Madrid, Mirabelli e Mendes hanno cenato insieme. Scenario il Santiago Bernabeu  in uno degli esclusivi balconi riservati al procuratore portoghese. Sono noti i contatti preferenziali con Perez, ma anche con il Principato di Monaco. Diversi i temi di dibattito.

André Silvia in discussione. La deludente stagione del giocatore ex-Porto è il tema principale. Se è vero che quest'anno non ha trovato molto spazio vista l'inattesa concorrenza di Cutrone. Il dato di fatto è che il giovane portoghese ha trovato difficoltà di ambientamento al primo anno in Serie A. Bene peraltro il suo score in Europa: 8 reti in 14 gare.

Attenzionato Keita. A Milanello si ragiona anche su contrapartite tecniche qualora il giocatore portoghese decidesse di lasciare la Lombardia. La destinazione potrebbe essere il Principato di Monaco alla corte di Jardim e dove troverebbe il suo compagno di Nazionale Moutinho. Gattuso, da par suo, non ha mai nascosto la stima per l'ex-Lazio Keita Baldé Diao. E per la sua duttilità, potendolo impiegare sia come seconda punta che come esterno. E per la sua esplosività fisica spacca-partite.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

domenica 29 aprile 2018

Roma - Liverpool. Attesi hooligans : misure importanti


foto:Ansa
Sarà vietato il consumo di alcolici nel centro di Roma nei prossimi giorni. Il Viminale ha disposto misure di sicurezza importanti - Ansa.it.

Dal giorno 1 al giorno 3 di maggio sarà vietata la vendita di alcolici nel centro di Roma. Si temono 'vendette' al tifoso 53enne irlandese del Liverpool vittima di pestaggio 2 settimane fa a Liverpool. Ci sara un dispiegamento di forze dell'ordine teso a seguire passo-passo il flusso dei tifosi inglesi nella capitale. Per evitare si vengano a creare situazioni di pericolo.

Gli ultrà romani a processo. Non la stanno sicuramente passando liscia i due romani imputati di tentato omicidio. Saranno processati il 24 maggio p.v. a Liverpool. In attesa sono in isolamento in un penitenziario della città inglese. In modo che non vengano in contatto con i detenuti inglesi.

Gara di solidarietà da Roma. Collette da parte di larghe fazioni di tifoseria dalla Capitale e non per Cox. Sul sito Go Fund Me, già all'indomani dell'aggressione, anche da parte di tifosi del Manchester United (storici rivali dei Reds) e di persone di Roma stessa.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

sabato 7 aprile 2018

Giornata mondiale dello Sport. Omaggio di Pompei.


Foto: www.un.org
Riccorreva ieri, 6 aprile, la giornata mondiale dello sport, promossa dalle Nazioni Unite. A Pompei la celebrano con un post - 'Il Mattino.it'.

L'importanza dello sport per l'integrazione e la crescita della persona è sempre più importante. Soprattutto in un mondo dove la società multiculturale diventa la norma. E la comunicazione non verbale assume un'importanza crescente. Come fanno fanno sapere anche dal sito delle NU

Pompei celebra la giornata. «L'atleta nell'antica Pompei - si legge nel post pubblicato sul profilo istituzionale del sito archeologico - dedicava grande attenzione alla cura del corpo ed è per questo che, prima e dopo le attività sportive, praticava un'accurata pulizia corporea frequentemente associata al percorso termale».Il tutto mentre si resta in attesa degli importanti manutenzioni e attività di restauro di cui si è molto parlato nei mesi e anni passati. E che dovrebbero dare nuova linfa vitale a località davvero importanti nel contesto storico-sociale del 'Bel Paese'.

Noti anche gli avvertimenti dei geologi riguardo al Vesuvio. Il pericolo eruzione sarebbe discretamente rilevante. Come dimostrato dall'intereesse della rete relativamente a questo tema. E continuamente monitorato. Con la speranza che non si vadano a ripetere le situazioni del 79 dc.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

domenica 18 marzo 2018

Russia 2018. Inghilterra in dubbio. Italia alla finestra.


Foto: LaPresse
L'uccisione dell'ex-spia sovietica a Londra sta creando fratture nei rapporti tra Cremlino e Buckingam Palace. A rischio la partecipazione dei rosso-crociati ai prossimi mondiali in Russia - 'Gazzetta dello Sport'. Il tutto mentre tra Corea e Usa si respira un clima di "distensione". E la Fifa annuncia l'utilizzo del Var ai Mondiali 2018.

Quello che si sta creando tra Russia e Regno Unito è un vero e proprio caso internazionale. La morte per avvelenamento di Sergei Skripale e della figlia Yulia potrebbe innescare una serie di reazioni a catena diplomatiche i cui risultati si possono solo immaginare. Intanto, in Russia, è tempo di elezioni e Putin non pare avere avversari, per quello che sarebbe il suo quarto mandato consecutivo. Nella controversia si inserisce anche Trump che licenzia il Segretario di Stato per essersi schierato sulle posizioni di Londra. Accuse incrociate da parte della Duma: "E' una questione di servizi segreti, sono stati quelli britannici ad aver ucciso Skripale" - fanno sapere da Mosca.

Tutt'altro che facile la soluzione. Però nel frattempo i prossimi Mondiali di Russia rischiano seriamente di venire disputati altrove. Si temono ripercussioni e la crescita della tensione internazionale. Mentre da più parti in Inghilterra si pensa di non lasciare partire la nazionale. La Regina, grande appassionata di calcio ha già dichiarato che non sarà presente. E' questo il tema di dibattito a Westminster. Così il deputato Woodcook: "La decisione dovrebbe essere condivisa da Governo, tifosi e Football Association. Nessuno deve sentirsi obbligato e non sto chiedendo il ritiro unilaterale della Nazionale". Il C.T dell'Inghilterra Southgate non ne vuole proprio sapere, molto 'diplomatico' nelle dichiarazioni: "Siamo di fronte a un problema serio, ma noi ci stiamo preparando per il Mondiale. Rispetterò le decisioni dei singoli giocatori".

L'Italia di Di Biagio si prepara per due gare di prestigio. Contro Argentina e Inghilterra saranno tutt'altro che amichevoli. Si parla dell'Italia che verrà e dei moduli su cui il c.t. italiano sta ragionando. Sarebbe il 4-3-3 l'ipotesi più probabile. Con Buffon; Florenzi, Bonucci, Chiellini; Spinazzola; Pellegrini (o Parolo), Jorginho, Verratti; Chiesa (o Candreva), Immobile e Insigne. Il ripescaggio last-minute a Russia 2018 non è escluso.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

domenica 11 marzo 2018

Calcio non è solo gioco, è anche altro.


Foto: BZONA.IT
Ecco una squadra di 11 addetti ai lavori sentiti da Radio Radio By Night Roma. Avvocati sportivi, Medici, Scuole calcio, Direttori Sportivi e Direttori Generali, Istruttori, Tecnici, ma non solo.



di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

venerdì 9 marzo 2018

Doping, fermato anche Joao Pedro.


foto: si24.it
Joao Pedro salterà la gara contro la Lazio, in attesa della Giustizia Sportiva.

Stop per Joao Pedro. L'attaccante del Cagliari è stato trovato positivo all'Idroclorotiazide. Una sostanza derivante dall'uso di un diuretico. Salterà, sicuramente, la prossima gara di campionato contro la Lazio.

I test effettuati da Nado Italia sono quelli relativi alla partita con il Sassuolo dell'11 febbraio scorso. Il giocatore, al quale è stata appena comunicata la notizia della positività, è stato sospeso dal tribunale nazionale antidoping di Nado Italia. Momento negativo, quindi, per il brasiliano dopo un'avvio di stagione discreto. Alle quattro giornate di squalifica per reazione violenta contro Federico Chiesa della Fiorentina, Joao Pedro deve, pertanto, fare i conti con il doping.

E' il secondo caso di stagione. Si aggiunge a quello di Lucioni del Benevento trovato positivo all'anabolizzante Clostebol. Risultato 4 anni di squalifica per il medico responsabile e 1 anno per il giocatore. Nel calcio si usano, eccome, i farmaci.

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)

Serie A. Ufficializzati i recuperi della passata giornata


La Lega Serie A ha ufficializzato le date per i recuperi delle gare della 27esima giornata. 

Il turno dedicato alla prematura scomparsa di Davide Astori, giocatore 31enne della Fiorentina, sarà - come riporta 'Tuttosport.it' - recuperato la prima settimana di aprile.

Il turno sarà diviso in due giornate, il 3 e il 4 aprile. Ancora da definirsi il recupero del derby di Milano, dove ci sono circa 80 paganti.

Ecco il programma completo: 

 ATALANTA – SAMPDORIA martedì 3 aprile 2018 ore 18.30 

GENOA – CAGLIARI martedì 3 aprile 2018 ore 18.30 

UDINESE – FIORENTINA martedì 3 aprile 2018 ore 18.30 

BENEVENTO – HELLAS VERONA mercoledì 4 aprile 2018 ore 17.00 

CHIEVOVERONA – SASSUOLO mercoledì 4 aprile 2018 ore 18.30 

TORINO – CROTONE mercoledì 4 aprile 2018 ore 18.30 

MILAN – INTER data da destinarsi

di Foto Sport & Notizie (fotosportnotizie@gmail.com)